Serie A: Roma 3-0 Bologna, le parole nel post partita di Salah, Fazio e Perotti

Pubblicato il autore: Luca Ludovici Segui

salah
Salah a Premium Sport a fine partita

“Sono contento per la tripletta, vogliamo continuare così sempre e vincere tutte le partite. Noi l’anti-Juve? Adesso abbiamo 4 punti di ritardo sulla Juventus, abbiamo distanziato il Napoli. Ora c’è la nazionale ma dobbiamo continuare così per vincere qualcosa. Dzeko? Volevo far segnare Edin, sarà per la prossima volta”.

Salah a Sky Sport a fine partita

“Sono molto contento, probabilmente è la prima volta in vita mia che segno tre gol da quando sono a Roma. La cosa importante però è stato vincere la partita. Dobbiamo vincere tutte le partite per stare appresso alla Juventus e tenere sempre il medesimo livello. Differenze tra 1° e 2° tempo? Ogni tanto capita nel calcio di stare 1-0 e non riuscire a segnare, poi nel secondo tempo è stato più facile realizzare gli altri due gol”.

Salah a Roma TV

“Un commento sulla partita? Manteniamo la distanza dalla Juve e abbiamo allungato sul Napoli. È stata una vittoria molto importante. Se siamo migliorati da tutti i punti di vista? Sì adesso dobbiamo concentrarci per le nazionali e ci tufferemo nel campionato subito dopo il rientro. Se è necessario andare in Coppa d’Africa? Ovviamente per me è molto importante perché così rappresento il mio paese. Manca ancora molto prima di partire. La rosa è forte e i ragazzi vinceranno anche senza di me. L’intesa con Dzeko? Cerco sempre di aiutare la squadra. Sono contento per i tre gol. Ho cercato di far segnare Dzeko ma non ci sono riuscito. Sarà per la prossima”.

Leggi anche:  Dove vedere Udinese-Atalanta: streaming e diretta tv Serie A

Fazio a Roma TV

“Il non aver preso gol? È molto importante aver mantenuto la porta inviolata. Dobbiamo continuare così, questa è la strada. Dobbiamo migliorare ogni partita. La crescita della squadra? La sentiamo nel campo. Abbiamo confidenza. In attacco stiamo facendo bene. Mantenere la porta inviolata è molto importante. Dobbiamo pensare solo a vincere. Tutti noi dobbiamo pensare a questo. Dove lavora Spalletti dal punto di vista mentale? Lui si focalizza sulla mentalità. È importante abituarsi a vincere.  Il non subire gol dà confidenza a tutta la squadra. Siamo contenti se Edin o altri compagni segnino molti gol. È importante anche avere una rosa competitiva. La reazione alle difficoltà? Abbiamo avuto molti infortuni ma noi dobbiamo continuare così perché chi gioca deve fare la differenza. Questo è l’importante: lo dimostra anche come possa essere importante il ritorno di Ruediger. Noi tutti sappiamo come lavorare”.

Leggi anche:  Striscione tifosi Fiorentina sotto la Fiesole: "Ora basta! Avete rotto, rispetto per la maglia" (FOTO)

Perotti a Premium Sport

“Penso che potevamo fare qualche gol in più, il Bologna non ha quasi mai avuto chances di segnare, poi davanti abbiamo Salah e Dzeko che segnano sempre. Non potevamo perdere punti, avevamo pareggiato contro l’Empoli e oggi era importantissima, se avessimo chiuso non con i tre punti sarebbe stato brutto, vale più di tre punti questa partita. Le nostre ambizioni? Quando ho fatto le visite il primo giorno, ho sempre pensato allo scudetto, abbiamo la squadra per farlo. La Juventus vince pur giocando male ma dobbiamo continuare così e vinceremo di più. Dobbiamo migliorare con le piccole, sembrano partite facili ma non lo sono mai. Dobbiamo migliorare in trasferta, dobbiamo fare la differenza lì. Tutti sanno quali problemi ho avuto negli ultimi anni, ma qui mi sto allenando molto e il mio corpo aveva bisogno di questo, dovevo allenarmi al 100% anche se uno ha paura di farsi male dopo tanti infortuni, ma ora sono libero di testa”.

  •   
  •  
  •  
  •