Striscioni contro Sousa al Franchi. Fiorentina, clima sempre più teso

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado
Striscioni Sousa, è caos a Firenze

Striscioni Sousa, è caos a Firenze

Si fa sempre più incandescente il clima in casa Fiorentina. Le dichiarazioni dei giorni scorsi del tecnico Paulo Sousa in merito alle future ambizioni di Bernardeschi di giocare in club più blasonati rispetto alla Fiorentina hanno trasformato, probabilmente, in insanabile una frattura tra tecnico portoghese ed ambiente Viola che già si presentava di difficile cura. A testimoniare il clima che si registra a Firenze, dal punto di vista calcistico, vi è quanto accaduto la notte scorsa al Franchi. Striscioni Sousa, l’attacco dei tifosi – Nella mattinata di oggi sono stati ritrovati appesi su una delle cancellate dello stadio Franchi di Firenze due striscioni realizzati dai tifosi della formazioni Viola con chiari messaggi di contestazione nei confronti del tecnico portoghese. Sousa è stato invitato a dimettersi dopo quanto dichiarato nei giorni scorsi su Bernardeschi. L’allenatore della Fiorentina, alla vigilia della gara di Europa League contro il PAOK, aveva dichiarato che il giocatore “prima o poi finirà nel mirino di club più ambiziosi della Fiorentina”. Frase che ha scatenato le ire dei tifosi Viola che non hanno preso affatto bene l’uscita del tecnico.
La reazione dei tifosi è stata condensata tutta nel contenuto dei due striscioni appesi al Franchi ( e subito rimossi in mattina).
Striscioni Sousa, il contenuto – “Sousa non ti senti ipocrita allora? Dimettiti. Gobbo di m…”. “Noi sogniamo e creiamo pressione… tu Sousa crei depressione”. Questo il testo dei due striscioni firmati Curva Fiesole-Andey 70 ed indirizzati inequivocabilmente al tecnico della Fiorentina, il cui destino a Firenze appare ormai segnato

Leggi anche:  Vice presidente UEFA: "Il Napoli può vincere la Champions, gioca meglio del Real Madrid"

 

  •   
  •  
  •  
  •