Voti Gazzetta Roma Pescara: Dzeko torna goleador

Pubblicato il autore: Livio Addabbo

roma dzeko

Roma Dzeko fa gola in Cina


VOTI GAZZETTA ROMA PESCARA In anteprima solo su SuperNews i voti assegnati dalla redazione di Milano della Gazzetta dello Sport ai protagonisti di Roma-Pescara, match andato in scena alle 20.45 e valido per la 14.a giornata di campionato di calcio di Serie A. All’Olimpico la Roma si impone per 3-2 sul Pescara grazie a una doppietta del solito Dzeko e a un rigore di Perotti, mentre per il Pescara segnano Memushaj e l’ex giallorosso Caprari.
Roma di Spalletti che sceglie il 4-2-3-1 con Szczesny tra i pali, Bruno Peres, Rudiger, Fazio ed Emerson Palmieri in difesa, Gerson e Strootman i due interni, mentre Salah, Nainggolan e Perotti agiscono alle spalle dell’unica punta Dzeko. A disposizione di Spalletti ci sono Alisson, Crisanto, Vermaelen, Seck, Jesus, Marchizza, De Rossi, Iturbe, Soleri e Totti. Pescara che risponde con lo stesso modulo: è 4-3-2-1 con Bizzarri tra i pali, Zampano, Zuparic, Biraghi e Crescenzi i quattro di difesa, Brugman e Vitturini formano al cerniera di centrocampo, mentre Memushaj, Benali e Pepe supportano Bahebeck. Oddo in panchina può contare su Aldegani, D’Angelo, Mele, Maloku, Pettinari, Cristante, Verre, Caprari, Muric, Forte.
Pescara che in avvio perde subito il francese Bahebeck per infortunio muscolare, al suo posto il giovane ex Caprari. Al 7′ giallorossi già in vantaggio con Dzeko, bravo a inserirsi sottoporta su azione di calcio d’angolo in scivolata e a siglare l’1-0. Neanche tre minuti più tardi Dzeko segna ancora, sfruttando al meglio un assist di Perotti per bruciare Zuparic e freddare con un piazzato Bizzarri. Roma che addormenta i ritmi e Pescara che si propone con Pepe e Benali dalle parti di Szczesny ma senza particolare fortuna. Nainggolan prova a proporsi al tiro in tre circostanze ma senza mai impensierire Bizzarri. Allo scadere c’è ancora una volta Dzeko pericoloso ma la sua conclusione è alta. Nella ripresa ancora il bosniaco prova al conclusione da posizione defilata, palla sull’esterno rete. Al 53′ ci prova l’ex Pepe con una scivolata intercettata da Szczesny; è la prova del gol del 2-1, che arriva con un sinistro di Memushaj all’ora di gioco. Entra De Rossi, che totalizza la quattrocentesima presenza in giallorosso. Dieci minuti più tardi il 3-1 della Roma arriva su rigore provocato da Crescenzi, Perotti trasforma. Tre minuti più tardi ancora Pescara in gol: la difesa della Roma sbaglia posizionamento e Caprari ne approfitta per siglare il gol dell’ex che vale il 3-2.
VOTI GAZZETTA ROMA PESCARA Di seguito solo su SuperNews i voti assegnati dalla redazione di Milano della Gazzetta dello Sport ai protagonisti di Roma-Pescara, match andato in scena alle 20.45 e valido per la 14.a giornata di campionato di calcio di Serie A
ROMA (4-2-3-1): Szczesny 6.5; Bruno Peres 5.5, Rüdiger 6, Fazio 5.5, Emerson Palmieri 5; Gerson 5(dal 27′ s.t. Totti 6), Strootman 6; Perotti 7.5, Nainggolan 6.5 (dal 19′ s.t. De Rossi 6), Salah 5.5(dal 46′ s.t. Vermaelen s.v.); Dzeko 7.(Alisson, Crisanto, Seck, Jesus, Marchizza, Iturbe, Soleri). All. Spalletti.
PESCARA (3-5-2): Bizzarri 6; Vitturini 5(dal 1′ s.t. Verre 6), Zuparic 5.5, Biraghi 5; Zampano 6, Benali 5.5(dal 33′ s.t. Cristante s.v.), Memushaj 6.5, Brugman 5.5, Crescenzi 5.5; Pepe 5.5; Bahebeck s.v. (dal 5′ p.t. Caprari 6). (Aldegani, D’Angelo, Mele, Maloku, Pettinari, Muric, Forte). All.Oddo.

Leggi anche:  Zhang rischia il carcere, chieste anche le quote dell'Inter: una speranza per giugno
  •   
  •  
  •  
  •