De Boer attacca l’Inter: “Nessuno comanda”. L’ombra di Simeone su Pioli

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
de boer

De Boer attacca i cinesi dell’Inter

De Boer torna a parlare della sue breve e sfortunata avventura in Italia con l’Inter, l’olandese di confessa al giornale olandese Ziggo Sport, parlando dei problemi nerazzurri di campo e societari. “I cinesi sono i proprietari. Ma hanno un supervisore che è italiano. Hanno tutto il potere, ma nessuno ha veramente il potere. Penso che sia quello il problema più grande dell’Inter. Vogliono molto ma si dovrebbe prima guardare a ciò che c’è dentro la società e in che modo è organizzata”. De Boer durante l’intervista ha smentito spaccature all’interno dello spogliatoio, escludendo quindi che si erano formato dei clan pro e contro di lui. L’allenatore olandese parla anche di questioni tecnico-tattiche:”All’Inter stavo provando a inserire un sistema di gioco diverso, un 4-3-3 offensivo con tanta pressione e anticipi difensivi il più possibile. A volte ci è andata bene, come contro la Juventus. Solo che ci sono stati troppi alti e bassi, ci voleva del tempo. A Napoli ci sono voluti otto anni perché rendesse il progetto, ma all’Inter tutto è iniziato adesso. Si aspettavano di vedere qualcosa di buono dopo solo due settimane. Una cosa che proprio non si può”. Com’era evidente non tutte le colpe della brutta stagione nerazzurra sono state di de Boer, come sta dimostrando anche l’inizio dell’era Pioli. Non si poteva pretendere molto di più da un allenatore catapultato in una realtà completamente nuova, all’interno di un passaggio societario ancora non del tutto assorbito, tranquillo Frank ti rifarai.

Leggi anche:  Il PSG rilancia per Hakimi!

Pioli come De Boer? L’allenatore italiano già sotto accusa e Simeone…

Dopo solo quattro partite giocate sembra già finita la luna di miele tra Pioli e l’Inter. una vittoria un pareggio e due sconfitte, otto gol fatti e dieci gol subiti questi i numeri dell’ultimo periodo interista. Il pareggio in extremis raggiunto nel derby sembrava aver dato il là alla rimonta nerazzurra, ma il capitombolo in Europa League e la brutta sconfitta di Napoli hanno fatto ripiombare il morale interista sotto i tacchi. Come con De Boer l’Inter sembra avere due grossi problemi, uno fisico e l’altro mentale, il primo risolvibile magari durante la pausa natalizia, il secondo molto più difficile. I nerazzurri sono scesi in campo a Napoli, molli e scollegati tanto da subire due gol in cinque minuti che hanno indirizzato la partita nella direzione degli azzurri. Ad Appiano Gentile domenica di lavoro, niente riposo, per preparare la delicata partita interna di settimana prossima contro il Genoa di Juric. L’Inter giocherà contro il Giovanni Simeone, figlio del Cholo, che ha parlato in queste ore del futuro del padre allenatore, che potrebbe tingersi di nerazzurro, Pioli è già sotto processo.

  •   
  •  
  •  
  •