Higuain, quel retroscena sulla Juventus da dimenticare

Pubblicato il autore: Annamaria Sabiu Segui

Higuain

Higuain è ormai da qualche mese un giocatore della Juventus. Tradito il popolo napoletano per sposare la causa bianconera, l’argentino non è ancora stato perdonato dai tifosi napoletani e forse mai lo sarà. Sul suo conto ne hanno detto di cotte e di crude e Gonzalo continua ad essere oggetto di critica e polemica. A parlare di Higuain è stato il direttore del locare per ricevimenti “Villa Diamante”, Carmine Esposito. Il direttore ha svelato a “Il Mattino”, alcuni retroscena proprio sull’argentino e sulla sua ultima festa di compleanno, quando ancora indossava la maglia del Napoli: “Il suo compleanno fu una festa indimenticabile, come lo sono state tutte quelle con Gonzalo protagonista. Il Pipita voleva riportare le sue tradizioni argentine qui a Napoli e così organizzammo una cena a base di asado alla brace e musica sudamericana. C’era anche il karaoke e Gonzalo ci metteva un attimo a diventare il mattatore della serata: prendeva il microfono in mano e via. Lo prendevamo in giro e gli dicevamo se quelli sarebbero stati i nostri ultimi brindisi insieme, ma lui si faceva scappare un sorriso malizioso e poi cambiava discorso. Quando partivano i cori tipici era il primo a fare quelli contro la Juventus”. Una rivelazione che era prevedibile visto la rivalità tra i due club, ma ora diventato solo un triste ricordo per i napoletani che hanno dovuto far fronte alla perdita del Pipita in attacco.
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Nuova avventura in Italia per Ranieri?