Inter-Lazio, Pioli pensa a Banega e Kondogbia titolari

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
inter pioli

Inter-Lazio, Pioli atteso dal delicato match da ex contro i biancocelesti

Inter-Lazio. Stefano Pioli prepara il match contro la lanciatissima Lazio di Simone Inzaghi, attualmente al terzo posto in classifica, l’ultimo buono per partecipare alla prossima Champions League, obiettivo di inizio stagione nerazzurro. Per l’incontro contro i biancocelesti il mister nerazzurro dovrà fare a meno degli squalificati Joao Mario e Felipe Melo. Per il brasiliano i nerazzurri hanno presentato ricorso, sperando in uno sconto di almeno una giornata, così da riaverlo per la prima partita del 2017. Le assenze di Joao Mario e Melo riaprono la porta per Kondogbia e Banega, ultimamente esclusi da Pioli dall’undici titolare. Il francese è praticamente all’ultima spiaggia per cercare di convincere Pioli a puntare anche su di lui anche per il futuro. L’ex Monaco potrebbe partire a gennaio, il Marsiglia di Garcia insiste per averlo, l’Inter potrebbe cercare di rientrare parzialmente dei quasi 40 milioni sborsati due estati fa per portarlo in Italia.

Leggi anche:  Nico Gonzalez alla Fiorentina: cifre e dettagli dell'accordo

Diverso il discorso per quanto riguarda Ever Banega, l’argentino è forse la più grande delusione interista di quest’anno. Arrivato a parametro zero dopo i trionfi n Europa League con il Siviglia, Banega doveva essere il faro dell’Inter prima di Mancini e poi di De Boer. Con l’arrivo di Pioli l’argentino ha scaldato molto la panchina, il neo tecnico nerazzurro ha spesso preferito la concretezza di Joao Mario agli orpelli di Banega. Ora la squalifica del portoghese regala un’ottima opportunità all’ex Siviglia, cioè di giocare una partita fondamentale come quella di mercoledì sera a San Siro contro la Lazio.

Inter-Lazio, la prima da ex per Pioli

Pioli affronterà per la prima volta da avversario in Inter-Lazio di mercoledì sera. L’attuale tecnico nerazzurro ha vissuto quasi due stagioni sulla panchina biancoceleste, con alti e bassi. Eccezionale il primo anno, terzo posto e qualificazione ai preliminari di Champions League, con un gioco che conquistò i tifosi laziali. La stagione passata invece è stata molto negativa, eliminazione dal playoff di Champions contro il Bayer Leverkusen, tanti infortuni ed epilogo con l’esonero dopo un disastroso derby perso contro la Roma. Pioli ritrova una Lazio, con Simone Inzaghi in panchina, che somiglia alla sua prima Lazio, squadra al terzo posto e che gioca molto bene. C’è anche una curiosa coincidenza che accompagnerà questo Inter-Lazio, le due squadre anche nella passata stagione si affrontarono nell’ultima giornata prima delle festività natalizie. Vinsero i biancocelesti con una doppietta di Candreva, anche lui oggi in nerazzurro, match che segnò l’inizio del calo dell’Inter di Mancini, Pioli naturalmente si augura di non vivere un doloroso deja vu.

  •   
  •  
  •  
  •