Allegri in conferenza pre Juve-Atalanta: “Siamo pronti a reagire”

Pubblicato il autore: Emiliano Di Presa Segui

AllegriDopo la roboante sconfitta di Genova la Juventus si rituffa in campionato dove però l’attende un’avversario molto ostico, la giovane Atalanta di Gasperini.
Juventus, Allegri in conferenza pre Juve-Atalanta: “Siamo pronti a reagire”- Il tecnico bianconero, Massimiliano Allegri, suona la carica in conferenza:” A Genova 30′ di terrore e non dobbiamo sbagliare ancora. Siamo una squadra di campioni e carattere. Che sa tirare fuori l’orgoglio, siamo stati una settimana insieme a lavorare, dalle batoste bisogna uscire fortificati, mettendo a crudo le problematiche e cercando di non ripeterle”. Allegri in conferenza pre Juve-Atalanta parla anche delle condizioni dei singoli affrontando reparto per reparto. In difesa Allegri dovrà fare a meno di Bonucci e Barzagli:” Abbiamo sei difensori disponibili, ne giocano tre o quattro. Chiellini sta bene. Il rientro di Barzagli procede. Difesa a tre? Benatia ha le caratteristiche per giocare in mezzo”. Al tecnico bianconero hanno chiesto anche dei due centrocampisti che sono sembrati meno brillanti, Khedira e Pjanic:” Khedira l’anno scorso ha giocato 25 partite con meno continuità di questa stagione. E’ un giocatore importante, a volte capita di avere meno intensità durante la stagione. Pjanic è un giocatore importante che si sta inserendo. Domenica ha fatto un bel gol su punizione, sia io che la società siamo contenti di lui”. In attacco Allegri attende il rientro di Dybala e intanto conferma quello di Higuain:”Dybala verrà convocato, ma non credo che giocherà. In attacco ancora spazio a Mandzukic e Higuain, il Pipita sta bene”. Inevitabile affrontare il discorso Atalanta:”Sta facendo molto bene. Gasperini e la società. Ha giovani molto bravi e sta dimostrando di poter stare insieme a quelle che stanno in testa, hanno pochi difetti, ha vinto le ultime sei partite di seguito. Il pregio è che quando hai a che fare con i giovani hai entusiasmo, spensieratezza. In più hanno un ottimo allenatore. L’Atalanta investe molto sui giovani e ogni anno ne tira fuori di interessanti. Credo comunque che alla fine della stagioni i valori delle squadre verranno fuori”. Infine ad Allegri in conferenza pre Juve-Atalanta hanno chiesto un giudizio sul campionato di Serie A definito poco competitivo:”La Serie A è un campionato molto equilibrato. Tra le prime sette ci sono pochi punti di distanza, poi le ultime quattro sono più staccate. Questo dimostra che se il campionato fosse a 18 squadre, sarebbe una competizione ancora più equilibrata e divertente”.

Leggi anche:  La Juve ha messo Saul Niguez nel mirino
  •   
  •  
  •  
  •