Juventus Allegri, il suo futuro di nuovo in discussione? E sullo sfondo Paulo Sousa

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui
Juventus Allegri, riflessione bianconera per il futuro?

Juventus Allegri, riflessione bianconera per il futuro?

Torna ad essere in “discussione” la posizione di Massimiliano Allegri sulla panchina della Juventus. Il tecnico bianconero, autore di un inizio di stagione “normale” rispetto alle aspettative dei tifosi dopo la campagna acquisiti sontuosa della scorsa estate,  è finito al centro della critica per alcuni questioni di carattere tecnico / tattico relative alle ultime prestazioni della squadra campione d’Italia. Lo scarso coinvolgimento di Higuain nella manovra bianconera e l’incertezza tattica relativa alla posizione del centrocampista Pjanic sono le due questioni più discusse di questo ultimo periodo e che potrebbero creare qualche “difficoltà” ad Allegri in vista della prossima stagione. A mettere in dubbio la solidità della panchina bianconera è stato Enzo Bucchioni con un editoriale su tuttomercatoweb.com . Il giornalista ha focalizzato l’attenzione su alcuni aspetti “critici” della gestione della squadra da parte di Massimiliano Allegri ed ha rilanciato con decisione il nome dell’attuale tecnico della Fiorentina Paulo Sousa come possibile sostituto dell’allenatore bianconero.

Leggi anche:  Florenzi nel mirino della Juventus: i bianconeri provano il colpo

Un estratto dell’editoriali di Enzo Bucchioni

” Allegri è tornato nel mirino. Non è piaciuta questa prima parte della stagione. La gestione di Higuain, il colpo dell’estate, non è sicuramente delle migliori. Ma anche su Pjanic senza ruolo fisso la discussione è aperta. Fatta la tara alla gara di Genova (da cancellare), considerati gli infortuni a ripetizione, comunque la Juve non è la squadra costruita in estate. Morale? Se Allegri dovesse anche vincere il terzo scudetto, il suo futuro sarà soprattutto legato a come andrà la Champions in termini di risultati e di prestazioni. L’ipotesi di un addio è da tenere in considerazione. E allora? Nella passata stagione Allegri era attratto dalla sirene inglesi e in quella circostanza la Juve si dirottò su un allenatore meno italianista, profeta di un gioco più brillante. L’attenzione andò su Paulo Sousa, indimenticato ex. Ci furono dei contatti, poi lo straordinario girone di ritorno dei bianconeri portò all’accordo e al rinnovo di Allegri. Bene. Il nome di Sousa ricomincia a circolare. C’è la sensazione che il gioco del portoghese potrebbe dare grandi risultati con un organico come quello della Juventus ben più forte di quello della Fiorentina”.

  •   
  •  
  •  
  •