Lo strapotere della Juventus

Pubblicato il autore: Raffaele La Russa Segui
juventus-atalantaChe il campionato italiano fosse più o meno simile al Grande Fratello già lo si sapeva, ma ieri sera ne abbiamo avuto una ulteriore riprova.
L’Atalanta dei miracoli, che aveva inanellato una serie importante di vittorie e risultati utili contro squadre anche di blasone del torneo nostrano (Napoli e Roma le ultime cadute sotto i colpi dei bergamaschi) e che già da molti veniva descritta quale la novella Leicester del calcio mondiale, ha fatto davvero una brutta figura davanti ai pluricampioni d’Italia della Juventus.
I bianconeri hanno dimostrato ancora una volta quale sia la squadra più forte d’Italia e hanno impartito una dura lezione agli atalantini che davvero nulla hanno potuto di fronte alla forza fisica, tecnica e classe della formazione torinese.
Non c’è mai stata partita dal primo all’ultimo minuto in ogni settore del campo, dove il mix di gioventù e anzianità proposto da Gasperini è stato letteralmente travolto dal carro armato bianconero: del resto, i bergamaschi in attacco proponevano Petagna mentre la Juve schierava Higuain e Mandzukic… per non parlare degli altri reparti.
È finita che la Juve ha fatto la Juve e l’Atalanta ha fatto l’Atalanta.
E ora?
Cosa si inventeranno le nostre tv e i nostri giornali, oltre che le radio specializzate per tenere su il morale degli ascolti e soprattutto dei tifosi delle squadre avversarie della Juventus?
L’inter è naufragata già da parecchio tempo; il Napoli è lontano in classifica e al momento – senza una prima punta – non sembra poter infastidire i bianconeri; la Roma è vicina in classifica ma il suo rendimento lontano dall’Olimpico è da zona retrocessione e oggi è pure attesa da un banco di prova speciale nel derby con la Lazio, che ha un’ottima classifica, ma va detto che la sconfitta allontanerebbe una delle due dalla vetta.
Rimane il Milan, che ha una classifica grandiosa, ma che pare più il frutto di una buona dose di fortuna e buona sorte arbitrale che non frutto della propria forza.
Troppi giovani e inesperti ancora i calciatori rossoneri per poter impensierire i bianconeri e l’annunciato slittamento del closing con i cinesi per il passaggio della società a febbraio – cioè a mercato invernale chiuso – non consentirà ai rossoneri il potenziamento necessario per poter fare quell’ulteriore salto di qualità.
Allora rassegniamoci…
Già ai primi di dicembre il campionato pare aver ritrovato il suo padrone e la sconfitta di Genova che aveva fatto innalzare toni trionfalistici ai nemici bianconeri pare essere essere archiviata nella sezione “distrazioni“.
Ma del resto solo i più ottimisti potevano averlo pensato perchè la Juve anche domenica scorsa rimaneva comunque prima in classifica e prima nel girone champions.
Ma se la lotta per il primo posto non c’è rimane sempre la magra consolazione della corsa agli atri due posti in Champions League ed europa league.
E poi ancora la mitica coppa Italia!
Per sei mesi sentiremo parlare di lotta accesa per questo o quel posto salvo poi vedere inter e sassuolo già eliminati a gironi europei e la Roma fuori dalla Champions  League allo spareggio col Porto….
Ma quello sarà già un altro campionato…
Insomma, ancora una volta si è affermato lo strapotere della Juventus.

Leggi anche:  De Ligt replica le critiche di Van Basten: il difensore senza paura

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: