Milan, Lapadula è l’oro di Montella: “Il mio campionato è partito dopo le critiche. A Niang chiedo scusa”

Pubblicato il autore: Giancarlo Fusco Segui

Milan, Lapadula sta vivendo un momento magico con la maglia rossonera ma non dimentica le difficoltà iniziali

Lapadula

Milan, Lapadula vive un momento magico con i rossoneri

Milan, Lapadula c’è e oltre a far gioire i tifosi sfata anche la “maledizione del numero 9 in gol contro l’Empoli”. Il centravanti ex Pescara, infatti, ha regalato i 3 punti ai rossoneri nella sfida di domenica contro il Crotone prendendosi definitivamente anche lo stadio San Siro con il suo quarto gol stagionale mentre gli altri 3 li ha realizzati in trasferta contro Palermo ed Empoli.
Sicuramente l’inizio di Lapadula al Milan non è stato tra i più semplici, complice anche lo smaltimento di un vecchio infortunio che gli ha fatto saltare gran parte di preparazione con i compagni di squadra però ora sembra che Montella non ne possa fare più a meno perché i suoi gol oltre che di elevata fattura sono anche pesanti senza dimenticare che il centravanti dialoga molto con i compagni di squadra e morde le caviglie degli avversari in possesso di palla.

Serie A Milan, Lapadula si toglie un sassolino dalle scarpe e si scusa con Niang

Intervenuto al programma Tiki Taka di Pierluigi Pardo, Gianluca Lapadula non dimentica il suo inizio di stagione complicato prendendosi una gran bella rivincita: “E’ un momento molto positivo ma a me piace anche ricordare il periodo precedente a questo che è stato più importante. Ero infortunato, non giocavo e per tanti non ero da Milan. In quel momento ho capito che doveva iniziare il mio campionato e sta arrivando tutto questo.
Sono arrivato in serie A a 26 anni perché probabilmente non ero ancora pronto, poi credo che la situazione del Parma non abbia agevolato nessun giocatore. Non mi hanno fatto mai esordire in A, ho fatto un ritiro invernale con Guidolin ma poi mi hanno sempre dato in via in prestito”.
Lapadula ha spaziato su tanti argomenti partendo dal rapporto che ha con Oddo al quale deve molto per averlo aiutato a crescere nella scorsa stagione al Pescara finendo al derby che, nonostante il pareggio, al suo ingresso in campo gli ha fatto provare una forte emozione, passando per lo screzio avuto in Milan-Crotone con Niang in occasione del rigore: “L’anno scorso a Pescara non ho calciato neanche un rigore e non ho mai voluto farlo ma contro il Crotone avevo molta voglia di fare gol a San Siro. Ho sbagliato, chiedo scusa a Niang perché lui è il rigorista e poi è stato anche fischiato. Gli ho messo più pressione del dovuto e non era mia intenzione”. 

Serie A Milan, Lapadula dice la sua anche sul caso Lulic-Rudiger

Ovviamente Lapadula non poteva passare indenne all’argomento dell’ultima giornata di campionato che ha visto protagonista Lulic e le sue parole poco cortesi nei confronti di Rudiger:A caldo non si dovrebbe mai parlare perché poi si dicono cose che non si pensano. Non credo che Lulic abbia avuto tutta questa cattiveria, è stato il momento ma purtroppo rimane il brutto messaggio”.
Insomma, Gianluca Lapadula ha voglia di essere protagonista con il suo Milan nella Serie A 2016/2017 e ha intenzione di far divertire ulteriormente i tifosi rossoneri e Montella che crede molto in lui.

  •   
  •  
  •  
  •