Nainggolan replica a Lulic: “No to racism”

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui
247236995_B977532201Z.1_20160110164808_000_GVC5UPN5J.1-0

Radja Nainggolan, il centrocampista della Roma ha replicato al collega Lulic. Postata su Instangram un’immagine con la scritta “No to racism”

Continua la polemica attorno alle parole di Senad Lulic rivolte ad Antonio Rudiger. Il centrocampista laziale, alla fine del Derby vinto per 2-0 dai giallorossi, ha dichiarato: “Due anni fa Rudiger a Stoccarda vendeva calzini e cinture e adesso fa il fenomeno“. Dinanzi ad una tale affermazione, sono arrivate prontamente le scuse della Società biancoceleste, che ha tenuto a precisare di volersi totalmente dissociare da quanto detto dal proprio giocatore. Non pervenute ancora le scuse di Lulic.

A replicare al centrocampista della Lazio è Radja Nainggolan. Il mediano belga, tramite il proprio account di Instagram, ha postato un’immagine con una scritta abbastanza eloquente “No to racism“. 15275707_114832579006745_3506283078500745216_n
Immagine accompagnata da una frase altrettanto chiara: “Qualcuno dovrebbe imparare queste tre parole“. Intuire quale sia il destinatario di un post così confezionato è abbastanza facile. Difficile, invece, è capire come ancora oggi, dopo anni e anni di campagne contro il razzismo, si finisca sempre per cadere in situazioni di questo tipo. Passi la delusione per una sconfitta. Passi l’arrabbiatura per aver perso un Derby importante come quello di Roma. Ma ciò non deve dar vita a certi fatti o dichiarazioni come quella di Lulic nei confronti, peraltro, di un collega qual’è Rudiger. Seppur, come detto, non ancora arrivate le scuse del giocatore bosniaco, la speranza è che la vicenda possa chiudersi con un chiarimento fra i due calciatori.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Lazio, Radu resta. Milan, da lunedì Gigio è del Psg