Napoli, più gol senza Higuain. Sarri vola con Zielinski e Mertens

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
napoli

Napoli, con Zielinski Sarri è tornato a volare

Napoli in difficoltà senza Higuain? A guardare le statistiche non sembrerebbe, a questo punto del campionato gli azzurri hanno segnato quattro gol più dell’anno scorso. 32 gol segnati contro 28, questo lo score dei ragazzi di Sarri, secondo attacco del campionato, insieme al Torino, tre in meno di Juventus e Roma. Segnare non è mai stato un problema nell’era Sarri per i partenopei, anche l’assenza di Milik non ha inficiato più di tanto sul rendimento offensivo del Napoli. I numeri per gli azzurri sono confortanti anche per la difesa, 15 gol subiti, uno in più della Juventus che ha la miglior difesa della serie A. Come si spiegano allora gli 8 punti di distacco dalla vetta? Innanzitutto con lo scontro diretto allo Stadium, poi anche con i troppi pareggi, quattro contro nessuno della Juventus, anche perché le due squadre hanno perso entrambe tre partite. Dopo l’infortunio di Milik il Napoli ci ha messo un po’ a metabolizzare l’assenza di un centravanti di peso, decisivo poi è stato l’ingresso tra i titolari di Piotr Zielinski. Il polacco ex Empoli si è inserito alla perfezione nei meccanismi di Sarri, ricordando il primo Hamsik, un giocatore capace di spaccare le partite in qualsiasi momento. Zielinski unisce quantità e qualità, recuperando palloni su palloni ed è capace di fare sgroppate di 30-40 metri senza che gli avversari riescano a fermarlo. Nelle ultime settimane è lievitato anche il rendimento di Insigne, che ha ritrovato gol,assist e fiducia, lasciando a Mertens il ruolo di falso nueve che sembra fatto apposta per il belga ex Psv Eindhoven. Mertens è sempre più a suo agio nel ruolo che Sarri gli ha cucito addosso, il belga unisce le sue eccelse qualità tecniche ad un’intelligenza tattica superiore alla media. Milik può recuperare con calma, senza affrettare i tempi, anzi se Mertens continua così dovrà anche sudarsi il posto da titolare nel Napoli di Sarri.

Leggi anche:  Eriksen: "Sto bene, spero di tornare presto"

Napoli, Lisbona svolta stagionale?

La qualificazione agli ottavi di Champions League sembra aver liberato da un peso il Napoli, Hamsik e compagni a Cagliari hanno giocato con una spensieratezza che non si vedeva da tempo tra gli uomini di Sarri. La Champions, nelle ultime tre partite, ha tolto tante energie preziose ai partenopei, passata da una qualificazione quasi certa al rischio di una clamorosa eliminazione. Il match di Lisbona contro il Benfica potrebbe essere stata la svolta stagionale per gli azzurri, che ora fino a fine febbraio potranno concentrarsi sul campionato e la rincorsa alla Juventus. Gennaio sarà un mese fondamentale per il Napoli, innanzitutto per il mercato, ma poi bisognerà vedere come gli uomini di Sarri assorbiranno le assenze prolungate di Koulibaly e Ghoulam, impegnati in Coppa d’Africa. Prima del nuovo anno però ci sono ancora due partite, al San Paolo contro il Torino e a Firenze contro i viola, il Napoli non vuole smettere di volare ora che ha ritrovato i suoi pensieri felici.

  •   
  •  
  •  
  •