Sampdoria formato ‘matador’. Blucerchiati vincenti e convincenti

Pubblicato il autore: Masi Vittorio Segui
163913096-075b8da3-079e-43d0-94ea-8ddb0e83c94a

Il vantaggio dei blucerchiati è stato siglato da Edgar Barreto. Il giocatore paraguaiano è uno degli elementi che più sta beneficiando della ‘gestione Giampaolo’

Quella di ieri è stata senza dubbio la miglior Sampdoria vista in questo Campionato. La squadra di Marco Giampaolo ha superato il Torino per 2-0, offrendo una prestazione di alto livello. Determinazione e aggressività sono due parole che hanno caratterizzato il pomeriggio allo stadio Luigi Ferraris. I blucerchiati non hanno sbagliato praticamente nulla nell’arco dei novanta minuti. L’unica occasione lasciata ai granata è stata il colpo di testa del ‘gallo Belotti’, respinto egregiamente da Puggioni. Azione peraltro viziata da un fuorigioco non segnalato dall’arbitro Orsato. Molto bene i singoli reparti, compatti e ben funzionali fra loro. Soprattutto la difesa, di fronte a quello che è al momento il miglior attacco della Serie A, ha tenuto botta, riuscendo a disinnescare tre giocatori del calibro di Ljajic, Iago Falque e Belotti. Non certi gli ultimi arrivati. Vero che se il tiro dell’ex romanista non fosse finito sulla traversa, la partita avrebbe potuto svilupparsi in altro modo. Però, nel mondo del calcio i risultati si portano a casa con i fatti e non con i ‘se’ o i ‘ma’. E questo ha fatto la Sampdoria con il Torino.

Leggi anche:  Eriksen: "Sto bene, spero di tornare presto"

GIAMPAOLO SI GODE LA MIGLIOR SAMPDORIA, MIHAJLOVIC RECRIMA SUL RISULTATO
Del resto, lo stesso Giampaolo non ha nascosto a fine partita il proprio entusiasmo: “È stata la Samp più bella della mia gestione, mai finora aveva dimostrato una maturità simile. Il loro tridente aveva realizzato 22 reti, noi siamo riusciti a tenere la porta inviolata, senza concedere un tiro in porta, a parte il colpo di testa di Belotti“.
Non dello stesso parere Sinisa Mihajlovic, convinto che il risultato a Marassi non sia veritiero: “Il Torino oggi ha fatto meglio rispetto alle ultime tre partite, ma ci è mancata la cattiveria per fare gol. Nel primo tempo non siamo stati fortunati nell’occasione della traversa, poi loro sono andati in vantaggio e si sono chiusi. Il risultato è bugiardo, avremmo meritato il pareggio: peccato perché volevamo agguantare le nostre avversarie per la corsa all’Europa League“.

Leggi anche:  Eriksen: "Sto bene, spero di tornare presto"

LA RINASCITA DI BARRETO
L’uomo immagine della vittoria di ieri è senza dubbio Edgar Barreto. Impressionante la crescita del paraguaiano, tanto da far pensare che il giocatore visto lo scorso anno fosse il gemello scarso. L’assist involontario ad Higuain è ormai lontano. Merito di Giampaolo, che è riuscito a recuperare un giocatore che sembrava oramai sul viale del tramonto. Il goal con il Torino, poi, simboleggia perfettamente lo stato di forma del centrocampista. Sempre primo sul pallone e pronto ad aiutare i compagni, Barreto è diventato il polmone della linea mediana doriana. Lui e Linetty rappresentano una bella diga davanti alla difesa.

LA CONFERMA DI SCHICK
Fra le diverse note positive, di quest’ultimo periodo, non ci si può certo dimenticare di Patrick Schick. L’attaccante ceco è andato nuovamente a segno, dopo il goal realizzato in settimana con il Cagliari. Gli sono bastati pochi minuti per trovare l’occasione giusta sotto porto. Giocatore che riesce ad abbinare tecnica a fisicità, si sta scoprendo anche cinico in area di rigore. Arrivato sotto la Lanterna come giovane rincalzo, Schick, da qui in avanti potrebbe trovare più spazio nell’undici titolare. Del resto, ha già ampiamente dimostrato di aver i mezzi necessari per poter giocare in Seria A.

Leggi anche:  Eriksen: "Sto bene, spero di tornare presto"

GLI HIGHLIGHTS DI SAMPDORIA VS TORINO 2-0

  •   
  •  
  •  
  •