Sassuolo, Di Francesco: “Dobbiamo guardarci dietro”

Pubblicato il autore: Gabriele Lepri Segui

LIVE Sassuolo-Inter, cronaca e risultato in tempo reale

Nulla da fare per il Sassuolo che si deve arrendere all’Inter. L’anticipo della domenica si conclude per 1 a 0 a favore della squadra di Pioli, gol decisivo di Candreva. Una sconfitta arrivata per il Sassuolo nonostante una discreta partita come rivelato da Di Francesco a Sky Sport a fine partita:

“Abbiamo avuto qualche opportunità che non abbiamo sfruttato al meglio contro una squadra che ha grande qualità ed abbiamo commesso un errore sul gol, sulla fase di impostazione. Abbiamo avuta poca qualità nelle scelte finali e un pizzico di sfortuna”

Mancano i gol al Sassuolo rispetto alle stagioni scorse. La squadra emiliana, forse anche complice gli infortuni e gli impegni di Europa League, non riesce più ad essere incisiva sotto porta:

“I gol degli attaccanti sono fondamentali, lo dimostrano che le grandi squadre hanno giocatori magari non in doppia cifra ma quasi. Noi non siamo stati mai abituati ad avere giocatori in doppia cifra, tranne Berardi, dobbiamo essere più una cooperativa bravi ad essere squadra e non snaturarci”.

Il mercato di gennaio è alle porte, Di Francesco ha lanciato qualche segnale alla dirigenza allo scopo di tornare in alto:

“Prima di tutto in mezzo al campo sicuramente anche perchè abbiamo fuori Biondini, Magnanelli e lo stesso Duncan. Ora abbiamo fuori anche Missiroli che alterna un infortunio dietro l’altro. In mezzo al campo dovremo fare qualcosa, per le altre zone valuteremo sperando di recuperare Berardi e Politano che sono i nostri giocatore principe là davanti”

Sull’obiettivo per il 2017 il mister neroverde ha fatto chiaramente capire che sarà soltanto la salvezza l’unica strada da percorrere:

“Io penso che oggi come oggi dobbiamo recuperare più giocatori possibile, perchè con la rosa risicata che abbiamo in questo momento dobbiamo guardarci solo dietro e fare più punti possibili. In queste annate bisogna guardare più dietro che davanti”

La partita contro il Cagliari sarà decisiva per dare una sterzata alla stagione anche se non sarà facile visto il momento negativo dei sardi e con Rastelli in bilico:

“A me conforta che questa squadra continua a fare ottime prestazioni, anche nelle altre gare contro squadre importanti. Abbiamo fatto con la Fiorentina un primo tempo eccezionale, significa che la squadra è viva e deve migliorare alcune situazioni che non possiamo permetterci se vogliamo restare competitivi. In questo momento le cose non vanno nel modo giusto ma mi conforta che la squadra è presente, viva e cerca di far male all’avversario”.

Di Francesco ha poi spiegato la posizione di Sensi contro l’Inter: l’ex Cesena ha giocato davanti alla difesa:

“Sensi l’abbiamo preso per essere l’alter ego di Magnanelli che in questo momento è fuori, ovvio che può esserlo anche Missiroli però oggi ha risentito di un problema alla gamba una volta finiti i gambi. Sensi è bravissimo ad interpretare anche il ruolo di mezz’ala perchè ha l’inserimento giusto e quella qualità che può determinare davanti alla porta”.

Infine il tecnico ha messo in luce la condizione fisica del Sassuolo:

“Mi farebbe piacere far vedere i dati di questa squadra che sono ottimi in tutte le gare, non sempre rispecchiano il risultato. Ovvio che quando metti giocatori che non giocano da tanto tempo possano risentire a fine partite. Dobbiamo essere bravi a mantenere questa condizione fisica”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juve-Locatelli: la Vecchia Signora fa un passo in avanti