Verso Sampdoria-Udinese, Giampaolo: “Battere l’Udinese è d’obbligo”

Pubblicato il autore: Andrea Pertile Segui
Copyright Tommaso De Martino/Massimo Sestini

Copyright Tommaso De Martino/Massimo Sestini

L’allenatore della Sampdoria Marco Giampaolo, nella conferenza stampa di vigilia per l’ultimo match del 2016 in casa contro l’Udinese di Delneri, è chiamato a riscattare la sconfitta di domenica scorsa subita contro il Chievo a Verona. Giampaolo esordisce analizzando gli aspetti che hanno portato al risultato negativo del Bentegodi: “A Verona ho notato una mancanza di concentrazione, mancava il sale per affrontare le situazioni. – riporta Sampnews – Domani abbiamo la possibilità di riscattarci dalle ultime due sconfitte, anche per chi ha giocato meno bene e ha commesso qualche errore. Dobbiamo recuperare l’incisività sotto porta: ho anche organizzato un allenamento specifico per lavorare su questo aspetto”.

Tra gli aspetti positivi che l’ex allenatore dell’Empoli ha tratto dalla gara del Bentegodi, c’è sicuramente l’intensità del gioco: “Oggi il calcio richiede di esprimere alta intensità durante i 95 minuti. Confermo quello che ho detto nel post gara, abbiamo analizzato i dati legati alla performance della squadra a Verona, la capacità di mantenere l’intensità per i 90 minuti, e forse abbiamo fatto la migliore gara finora, i dati sono migliori anche delle vittorie con Inter e Torino, speravo infatti nella rimonta. Oltre ai due errori che hanno determinato il risultato i ragazzi hanno fatto tante cose positive. Abbiamo lavorato sugli aspetti in cui siamo carenti, domani abbiamo l’opportunità di mettere le cose a posto. Una vittoria ci permetterebbe di chiudere un buon girone di andata e confermare il feeling con il nostro pubblico, tutte le energie devono essere concentrate sulla gara di giovedì”.

Parlando della sfida di questa sera, Giampaolo sostiene che la stessa “Non è un esame, è una rivincita. Io ci sono, me la gioco a testa alta. A me interessa l’atteggiamento della squadra, la caparbietà, la capacità di affrontare le situazioni: quando ci sono questi elementi le possibililtà di vincere sono alte. Bisogna credere in se stessi”

Infine, una parte della conferenza è stata dedicata a Silvestre, negli ultimi giorni diventato caso di mercato, ed a Muriel, ex della sfida: “Silvestre da lunedì è disponibile e pronto per rientrare, con la giusta concentrazione. Ritengo che la Samp possa essere competitiva se si presenta per giocare ogni partita ‘a puntino’ con la massima attenzione. Non possiamo permetterci di perdere la concentrazione sui particolari. A Facundo ho detto più volte che un giocatore deve giocare contro il suo passato, affrontare una ex squadra può dare delle motivazioni in più. Del Neri? Le sue squadre sono sempre state molto riconoscibili. Ci ha insegnato tante cose, io sono andato anche nei suoi ritiri ai tempi del Chievo per imparare da lui. L’Udinese di Del Neri non esprime ancora l’identità delle sue squadre, perchè è appena subentrato. E’ una squadra pratica, che gioca molto sulle ripartenze e fa densità a centrocampo. Mi aspetto una partita complicata, le gare che abbiamo visionato fino ad oggi ci permettono di riconoscere nell’Udinese un certo modo di giocare. Dovremo avere pazienza – conclude il mister – ed intuizione per anticipare il gioco degli avversari”.


LA PROBABILE FORMAZIONE DELLA SAMPDORIA
Puggioni; Sala, Skriniar, Silvestre, Regini; Barreto, Torreira, Linetty; Fernandes; Muriel, Quagliarella. All: Giampaolo

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Milan-Atalanta, ci sarà l'ex Kjaer sabato contro i nerazzurri? La situazione