Milan Montella e gli approcci sbagliati, Suso e Bonaventura in riserva?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
milan montella

Milan Montella alle prese con tanti problemi

Milan Montella vede il bicchiere mezzo pieno dopo la sconfitta contro la Juventus di Allegri in Coppa Italia, ma i problemi in casa rossonera restano. A cominciare da un primo tempo, l’ennesimo stagionale, completamente toppato dai rossoneri, in balia della Juventus così come era stato con Torino e Napoli nelle ultime due partite di campionato. Una dato su tutti fa capire la diversità di approccio alle due frazioni di gioco del Milan, sui 34 gol stagionali realizzato dai rossoneri 25 sono stati segnati nei secondi tempi, il 75%. Una disparità di rendimento decisamente poco spiegabile visto che i giocatori sono sempre gli stessi. Il problema forse sta tutto nella testa, i giovani di Montella una volta liberati dal peso del risultato cominciano a giocare, facendo quello che vuole l’allenatore. Il match dello Juventus Stadium è stato l’emblema di questa caratteristica del Milan, nel primo tempo infatti i rossoneri non hanno mai concluso verso la porta di Neto. Nel secondo tempo poi, dopo il gol di Bacca e l’ingenua espulsione di Locatelli, i rossoneri hanno addirittura sfiorato il clamoroso pareggio. Confermata anche la statistica che senza Paletta o Romagnoli il Milan incassi due gol di media a partita, nonostante la discreta prestazione di Zapata, meglio lui del ruvido Gustavo Gomez. Oltre all’approccio alle partite un altro fattore di preoccupazione per Montella è il calo di rendimento di Bonaventura e Suso. I due esterni hanno giocato sempre dall’inizio della stagione, forse avrebbero bisogno di rifiatare. E’ qui che emerge il grosso limite del Milan di questa stagione, l’assenza di ricambi di qualità, soprattutto per i due maghi di Montella. Incoraggiante l’esordio di Deulofeu, entrato nel finale al posto di Bacca, lo spagnolo ha anche sfiorato il gol ed è sembrato subito a suo agio nello scacchiere rossonero. Non c’è tempo però per leccarsi le ferite, domenica c’è la trasferta di Udine da preparare, il match della Dacia Arena potrebbe essere il primo, vero, spartiacque della stagione rossonera.

Leggi anche:  Calciomercato Inter: per il dopo Eriksen c'è Calhanoglu

Milan Montella saluta Niang, Galliani spinge per Ocampos

Milan Montella saluta, temporaneamente o definitivamente lo scopriremo a giugno, Niang, l’attaccante francese diventerà a ore un nuovo giocatore del Watford di Mazzarri. 750 mila euro di prestito più un riscatto fissato a 18 milioni, queste le cifre dell’affare chiuso nella serata di mercoledì tra i rossoneri e i Pozzo. Il riscatto diventerà obbligatorio se Niang realizzerà almeno 10 gol in Premier League fino alla fine della stagione. Ora Galliani è a caccia del sostituto del francese, l’amministratore delegato rossonero ha fatto chiaramente capire che è Lucas Ocampos l’obiettivo numero uno. Galliani attende una risposta del Genoa nelle prossime ore per l’esterno argentino classe ’94 di proprietà del Marsiglia. Ocampos ha le caratteristiche ideali, tecniche e fisiche per sostituire Niang, Montella aspetta con ansia, il suo Milan ha bisogno di forse fresche sugli esterni d’attacco.

  •   
  •  
  •  
  •