Closing Milan: Berlusconi, no alla presidenza onoraria. Con il Chievo la prima dei cinesi

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
closing milan

Closing Milan, Berlusconi verso il no alla presidenza onoraria

Closing Milan, è la volta buona, stavolta è la volta buona, la tanto sospirata conclusione della cessione delle quote azionarie rossonere da Fininvest a Sino Europe Sports si avvicina. La prossima sarà la settima che condurrà al passaggio di proprietà dalla famiglia Berlusconi ai cinesi. Tra il 27 e il 28 febbraio arriveranno i restanti 320 milioni ad Honk Kong, questa a piccola modifica degli accordi precedentemente stipulati. Il 2 marzo ci sarà la conferenza stampa di Montella prima del match contro il Chievo di sabato 4 marzo. L’allenatore rossonero parlerà alla stampa un giorno prima del consueto, proprio perché il 3 marzo sarà il D-day del closing Milan. In quella data ci sarà il consiglio d’amministrazione che sancirà l’insediamento della nuova società rossonera. Il nuovo presidente del Milan sarà Yonghong Li, con Marco Fassone nuovo amministratore delegato. Al momento non è prevista la carica di vicepresidente, ma per questo c’è una ragione. I cinesi hanno proposto la carica di presidente onorario a Silvio Berlusconi, almeno per i prossimi tre anni. L’ex presidente del Consiglio sembra però orientato verso il rifiuto, forse per concentrarsi sulle pressanti questioni politiche. Una decisione definitiva non è ancora arrivata, Sino Europe aspetterà i primi giorni della settimana prossima per capire la volontà di Berlusconi. Dopo il Cda del 3 marzo, il giorno successivo ci sarà la conferenza stampa di presentazione della nuova dirigenza del Milan. La location dell’avvenimento dovrebbe essere Arcore, più di Casa Milan. In serata poi la delegazione cinese, circa una trentina di persone, saranno poi a San Siro per assistere a Milan-Chievo. Dopo 31 anni si sta per chiudere un’era non solo nel Milan, ma dell’intero calcio italiano, i tifosi rossoneri sono in fibrillazione, pochi giorni e sapremo tutto.

Leggi anche:  Probabili formazioni Fiorentina Crotone: ecco le scelte di Prandelli e Stroppa

Closing Milan, con Galliani via anche Barbara Berlusconi

Closing Milan, quella contro il Sassuolo dovrebbe essere l’ultima partita dell’attuale dirigenza rossonera, dopo la firma tra Fininvest e Sino Europe Sports tutto cambierà. Il 3 marzo la nuova società ratificherà le dimissioni dell’attuale Cda del Milan, con l’addio sia di Adriano Galliani che di Barbara Berlusconi. I due amministratori delegati lasceranno entrambi via Aldo Rossi, mentre per Galliani l’addio era scontato, per Barbara sembravano esserci spiragli per restare all’interno del Milan. Così non sarà, Marco Fassone sarà il nuovo a.d. rossonero, mentre Galliani e la Berlusconi probabilmente avranno degli incarichi all’interno di Fininvest. I due quindi saranno accomunati dalla stesso destino, dopo aver avuto diversi contrasti nella loro coabitazione all’interno della società Milan. Dopo il caso Pato-Tevez , gennaio 2012, il rapporto tra i due si è di molto deteriorato, contrasti che si sono riversati anche sulla squadra, come si evince dai brutti risultati delle ultime stagioni. Sia Galliani che Barbara si sono chiusi in un silenzio che sa di addio ai colori rossoneri, un silenzio che forse verrà rotto dopo il closing, chissà, ma lontano da via Aldo Rossi, così è se vi pare.

  •   
  •  
  •  
  •