Nainggolan nuovo re di Roma, Spalletti con il nodo rinnovo

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
nainggolan

Nainggolan, è lui il trascinatore della Roma

Radja Nainggolan, chi altrimenti, è il belga di origine indonesiana l’uomo copertina della vittoria della Roma a San Siro contro l‘Inter del suo vecchio maestro Pioli. I due infatti si sono incrociati a Piacenza, nei primo anni di Radja in Italia, che poi è diventato grande prima a Cagliari e poi a Roma. Da quando Spalletti ha cambiato modulo il numero 4 giallorosso è diventato il grimaldello perfetto per i giallorossi. In quella posizione ibrida tra centrocampo e attacco, Naiggolan è efficacissimo in entrambe le fasi, grazie alla sua forza fisica e alla sua tecnica. Il belga sta prendendo le sembianze di quello che fu Simone Perrotta per la prima era Spalletti alla Roma, ma rispetto all’azzurro è ancora più devastante.

La doppietta realizzata contro l’Inter è un compendio di tutto quello che è oggi Nainggolan, un carrarmato con i cingoli di seta. Anche quando si inceppano Dzeko e Salah ci pensa il Ninja a togliere le castagne dal fuoco a Spalletti. Domenica sera al Mezza si è vista forse la miglior Roma della stagione, soprattutto nel primo tempo, dominato dai giallorossi. Qualche incertezza difensiva, ben coperta dall’ormai solito monumentale Fazio, che ha preso tutti, davvero tutti, i palloni vaganti nell’area giallorossa. Ottima la prova a centrocampo di De Rossi e Strootman  con Gagliardini-Brozovic che non hanno potuto molto contro i due colossi giallorossi. In avanti meno efficaci del solito Dzeko e Salah, anche se il bomber bosniaco è stato prezioso nelle sponde ed è stato bravo a procurarsi il rigore realizzato da Perotti nel finale. Archiviata la bella vittoria contro l’Inter è già tempo di pensare al derby di Coppa Italia con la Lazio e al Napoli in campionato. La Roma deve imitare il suo trascinatore Nainggolan, non fermarsi mai per arrivare sempre più in alto.

Leggi anche:  Buffon al Parma, il commento di Bargiggia: "Mi fa tristezza, la sua storia non ha senso"

Nainggolan trascinatore, Spalletti sarà ancora il condottiero della Roma?

Quella trascorsa è stata una settimana da incorniciare per la Roma, passaggio del turno in Europa League, il sì della giunta Raggi al nuovo stadio e la grande vittoria a San Siro contro l‘Inter. Ma, nel calcio c’è sempre qualche ma, se i giallorossi vivono un ottimo momento, ci sono ancora nuvole sul futuro di Luciano Spalletti. Il d.g. giallorosso Mauro Baldissoni ha parlato a fine partita in maniera stringata sull’argomento.” Il rinnovo di contratto del mister? Ne parleremo a fine stagione”, come per dire il momento è troppo importante per distrarci. Spalletti non esprime certezze sul suo futuro, sa che quest’anno la Roma può arrivare in fondo in tutte le competizioni. E’ altrettanto vero che quando sei in lotta su tanti fronti il confine tra trionfo e delusione è molto, ma molto sottile. I giallorossi sono attesi da una settimana molto delicata, la Lazio in Coppa Italia e poi il Napoli in campionato, due appuntamenti assolutamente cruciali. Mentre con i biancocelesti ci sarò spazio per il ritorno, vincere con i partenopei significherebbe blindare il secondo posto e provare l’assalto finale alla corazzata Juventus, per i contratti c’è sempre tempo.

  •   
  •  
  •  
  •