Napoli: Sarri sotto processo, i tifosi si spaccano. De Laurentiis tace, per ora

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
napoli sarri

Napoli, Sarri sotto processo

E’ bastata una sconfitta per aprire i processi in casa Napoli, primo imputato è Maurizio Sarri, l’allenatore azzurro contestato apertamente dal presidente De Laurentiis dopo il match contro il Real Madrid. Dopo la vittoria contro il Chievo che sembrava aver cancellato i fantasmi della notte madrilena, ecco un’altra sconfitta, subita dalla magnifica Atalanta di Gasperini. Una battuta d’arresto che complica non poco i piani del Napoli nella corsa alla Champions League, visto che i bergamaschi sono solo a tre punti dai partenopei. Dopo la sconfitta con l’Atalanta si è aperto il dibattito tra i tifosi azzurri sui social. In tempo di scissioni anche tra il tifo napoletano si sono aperte due correnti di pensiero, quella pro Sarri e quella pro De Laurentiis. La parte dei sostenitori azzurri che sostengono l’operato del tecnico azzurro, artefice di due stagioni a ottimi livello. Alcuni supporters azzurri però cominciano a dare ragione al presidente De Laurentiis, che accusa Sarri di non dare sufficiente spazio ad alcuni nuovi acquisti. Il massimo dirigente del Napoli vorrebbe che giocatori come Rog, Giaccherini e Pavoletti abbiano più minuti in campo. Effettivamente contro l’Atalanta alcuni titolarissimi di Sarri sono sembrati in debito d’ossigeno, Diawara, Hamsik e Callejon su tutti. Giocatori che ricoprono un ruolo chiave nello scacchiere azzurro, tanto che anche in superiorità numerica il Napoli non è riuscito a riaprire il match contro la banda Gasperini. Clima non ideale a Castelvolturno, alla vigilia del trittico terribile Juve-Roma-Real Madrid. Un vero e proprio triangolo delle Bermuda che attende una squadra che sembra aver dato tanto, forse tutto, sta a Sarri e i suoi smentire gli scissionista del tifo azzurro.

Leggi anche:  Udinese, Lasagna pronto alla cessione con il Verona

Napoli Sarri-De Laurentiis tutto tace, quanto durerà la pazienza del presidente?

Il Napoli è in silenzio stampa, bocche cucite dopo la sconfitta al San Paolo contro l’Atalanta, nessun messaggio pubblico del presidente De Laurentiis. Adl si trova negli Stati Uniti, stasera ci sono gli Oscar, ma una volta rientrato in Italia molto probabilmente ci sarà un faccia a faccia con Sarri. Dopo il pubblico sfogo contro il Real Madrid il presidente del Napoli non avrà preso bene la sconfitta contro l’Atalanta. Partita nella quale Sarri ha insistito su modulo e schemi consueti, pochi minuti per Pavoletti, nessuno per Rog e Giacchierini. Giocatori portati a Napoli per allargare il ventaglio di scelte per il tecnico azzurro, ma poco utilizzati fino ad ora. Sarri-De Laurentiis, una sorta di guerra fredda che continua, a fine stagione ci sarà la resa dei conti. A meno che la situazione non precipiti dopo il terribile trittico Juve-Roma-Real, tutte partite da dentro o fuori, brividi partenopei, sarà un film da Oscar?

  •   
  •  
  •  
  •