Spalletti Roma: la rivincita di Dzeko e Fazio. Quale ruolo per Salah?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
spalletti roma

Spalletti Roma, i giallorossi tornano a volare

Spalletti Roma cala il poker contro la Fiorentina e i giallorossi si riprendono il secondo posto alle spalle della Juventus, la sconfitta contro la Sampdoria è già dimenticata. Una Roma che ha sofferto nei primi 25 minuti il buon possesso palla dei viola di Sousa, ma poi dopo il gol del vantaggio hanno dominato il match. Protagonista della serata dell’Olimpico, ancora una volta, Edin Dzeko, che con la doppietta di ieri sera sale a 17 reti in campionato, capocannoniere solitario. La scorsa estate in pochi avrebbero pronosticato una stagione così prolifica del bosniaco, dopo la prima, complicata, stagione in maglia giallorossa. Molti tifosi lo volevano lontano da Roma, magari inserendolo in qualche fantasioso scambio. Spalletti non ha mai messo in discussione il suo centravanti, neanche nei momenti più difficili, l’ex Manchester City sta ripagando a suon di gol la fiducia del suo allenatore. Come ha sottolineato il tecnico giallorosso ora tutti salgono sul carro dei vincitori, poco importa, la Roma vola con i gol del suo cigno ed è pronta al mese decisivo della stagione. Al momento del suo acquisto in tanti avevano storto la bocca, in pochi mesi Federico Fazio ha smentito tutti, diventando un perno della difesa della Roma. L’ex Siviglia e Tottenham in silenzio ha conquistato il suo spazio all’interno della retroguardia giallorossa. L’argentino è perfetto per il nuovo sistema di gioco ideato da Spalletti, il trio con Manolas e Rudiger ha dato sicurezza a tutto il resto delle squadra. Fazio è stato uno degli ultimi acquisti del tanto discusso ex d.s Walter Sabatini, che prima di lasciare il club giallorosso ha lasciato in eredità il comandante Federico. A conferma che i buoni giocatori si possono prendere senza spendere follie, ma scandagliando attentamente il mercato italiano ed estero.

Leggi anche:  Inter, caos nel tunnel: il protagonista è Antonio Conte. Ecco cos'è successo

Spalletti Roma e il ritorno di Salah, quale ruolo per l’egiziano?

In Roma-Fiorentina di ieri sera all’Olimpico c’è stato il ritorno, in panchina, di Mohammed Salah, di ritorno dalla Coppa D’Africa. Il suo Egitto ha perso in finale contro il Camerun, Salah quindi può ora dedicarsi interamente alla Roma. Durante la sua assenza Spalletti ha trovato la giusta quadratura per rendere la squadra meno spettacolare ma più concreta. Il 3-4-2-1 modellato dal tecnico toscano esalta le qualità di incursore di Nainggolan e quelle di corridori sugli esterni di Bruno Peres ed Emerson, quest’ultimo uno dei migliori contro i viola. Anche con il ritorno di Salah, difficilmente Spalletti toccherà lo scacchiere tattico delle ultime settimane. Spalletti Roma ci saranno problemi di abbondanza sulla trequarti, intoccabile Nainggolan, Perotti e Salah si giocheranno un posto di fianco a Dzeko. Considerando che c’è anche uno scalpitante El Shaarawy, che ha dimostrato contro la Fiorentina di vivere un buon momento di forma. Campionato, Europa League e doppio derby di Coppa Italia, Spalletti avrà bisogno di tutta la rosa a disposizione, ma chi non giocherà per due partite di fila non sarà certo contento, melius abundare quam deficere, sarà vero anche a Trigoria?

  •   
  •  
  •  
  •