Stadio della Roma, Raggi pronta a ritirare la delibera e a fermare il progetto

Pubblicato il autore: Giovanni Cardarello Segui
Stadio della Roma Virginia Raggi

James Pallotta e Virginia Raggi

Si arena ulteriormente il progetto sullo stadio della Roma a Tor di Valle. A quanto apprendiamo da fonti informali, peraltro confermate dall’agenzia di Stampa Adnkronos, il Sindaco di Roma Virginia Raggi ha preso la decisione di bloccare la delibera dell’ex Sindaco Marino che stabiliva la pubblica utilità dello stadio dei giallorossi.

Stadio della Roma: Virginia Raggi ferma tutto

Virginia Raggi dovrebbe inviare già oggi una comunicazione ufficiale agli uffici competenti del Comune di Roma in cui chiede loro di prendere posizione. Questo procedimento amministrativo di fatto avvia mette in discussione i presupposti per proseguire nella realizzazione del progetto dello Stadio della Roma a Tor di Valle e dovrebbe sfociare, come ormai sembra molto probabile, nell’annullamento o nella revoca della delibera di pubblica utilità. A questo punto appare molto poco probabile una modifica del progetto. La decisione  è conseguenza delle criticità emerse nei giorni successivi al sostanziale via libera da parte del Vicesindaco Luca Bergamo e delle immediate dimissioni di Paolo Berdini, in primis l’apposizione del vincolo da parte della Sopraintendenza, un vincolo considerato dai più assurdo considerando che arriva dopo 4 anni di silenzio e su una struttura fatiscente e piena di amianto e dei dubbi sollevati dall’Avvocatura capitolina.

Leggi anche:  Roma, giovedì elettrico a Trigoria: "Non ci alleniamo"

La sensazione è che la decisione di ritirare la delibera avvenga soprattutto in via cautelativa al fine di non esporre il Comune di Roma a responsabilità formali e contenziosi. Ma la querelle in realtà non finirebbe qui poiché a quel punto i proponenti del progetto, ossia As Roma, Luca Parnasi e Parsitalia potrebbero intentare verso il Comune di Roma una richiesta di danni milionaria creando l’assurdo giuridico e politico di esporre le disastrate casse della Capitale ad un ulteriore buco anziché all’incasso di 440 milioni di euro in opere pubbliche previste dal progetto. Sempre in queste ore, infine, diventa ufficiale lo slittamento a venerdì dell’incontro in programma oggi in Campidoglio tra i proponenti del nuovo stadio della Roma e l’Amministrazione Comunale. All’incontro si troveranno di fronte al fatto compiuto del ritiro delle delibera di pubblica utilità? Poche ore e ne sapremo di più.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: