“La pizza è argentina” – Nicolas Higuain provoca su Instagram i tifosi del Napoli

Pubblicato il autore: marco.stiletti Segui

La pizza è argentina. La provocazione lanciata attraverso Instagram da Nicolas Higuain, fratello e procuratore del Pipita, non è passata inosservata. L’agente sudamericano si è subito guadagnato l’attenzione dei tifosi del Napoli: “Ha ragione, invece a Napoli facimmo l’entrecote che patane. Ai decumani ce ne stanno parecchi”, da Filippo Pierro a Pasquale Amato: “Hai ragione, però la pizza fritta, quella si che è argentina perchè ci vuole la ricotta e quella la produci alle spalle di tuo fratello”. Vincenzo Iannone: “Si vede che siete fratelli, avete gli stessi valori morali, cioè zero! Grazie a Napoli che lo ha resuscitato! Da panchinaro in Spagna a recordman in serie A”. Mario Miele: “Ragazzi, con tutto il rispetto ma vi pare il caso di dare importanza alle parole di questo essere?”. Salvo Aversano: “Se è sicuro che la pizza è argentina perchè non viene a Napoli a dirlo di persona?”. Salvatore Gioiello: “Si, come no: il maschio angioino sta a Torino, la mozzarella di bufala si produce nelle campagne piemontesi e il golfo più bello del mondo lo vede affacciandosi dallo Stadium“. Mario Sogliano : ” Come vorrei la Juve in finale di Champions con Higuain che sbaglia il rigore decisivo. Chissà questo splendido cosa direbbe sui social.”
Patrizia Coppola: “Non date troppo importanza a un essere inutile. E meno male che è ADL a fomentare gli animi”. Franco De Stasio: ” Invece di vergognarsi che vive sulle spalle del fratello, si permette di dire che la pizza è argentina!”. Giovanni Corbisiero: “Pizza argentina? Solo tu e tuo fratello va putite magnà”. Luigi Mattiello: “Se è così sicuro che la pizza sia nata in Argentina, ce lo documenti (e sappiamo che non è vero). Se l’ha fatto per provocare (sicuramente), ha dimostrato di essere uno stupido di prima grandezza. Vorrei sapere se non fosse stato per le fortune di suo fratello, sto nullafacente nella vita cosa avrebbe fatto!”. Emanuele De Lucia: “Sta solo provocando. Lasciatelo perdere. E’ squallido”. Antonio D’Angelo: ” Voi non siete argentini, Maradona lo è”. Salvatore Allegretto: “Ma può essere di dove vuoi tu ma come è buona a Napoli non è buona in nessuna parte del mondo”. Diego Agente: “E come al solito i napoletani ci cascano con tutte le scarpe iniziando a insultare un provocatore che non attendeva altro”.
Raffaele D’Andrea: “Ignorante, fatti una lettura storica di Napoli così vedrai che la pizza è stata inventata a Napoli in onore della Regina Margherita di Savoia”. Angelo Ventriglia: “La gentaglia va trattata con indifferenza”. Gennaro De Santis: “Ma che deve provocare? La sua ignoranza fa solo ridere”. Gianni Polverino: “Possiamo anche inventarci che la pizza e argentina, ma certamente due argentini pessimi come te e tuo fratello non si trovano in nessun posto del mondo”. Gennaro Maisto: “Avete mangiato sempre brodino, a Napoli avete scoperto che cosa è il cibo”. Giorgio Semonella: “Quando Napoli era la capitale dell’arte, della cultura e dell’arte culinaria l’Argentina ancora doveva essere scoperta. Probabilmente i nativi americani che abitavano quella terra coltivavano i pomodori, ma non sapevano ricavarne il sugo. Come, con ogni probabilità, chi coltiva il caffé non lo sa fare come i napoletani. Con tutti i soldi che hai fatto, potevi anche sederti a tavola. L’hai fatto per pagare lo scomodo e il coperto. Pidocchioso“.

Leggi anche:  Fabian Ruiz positivo al Covid, ironia da parte dei tifosi del Napoli
  •   
  •  
  •  
  •