Boninsegna contro Ausilio: “Spero che Oriali torni all’Inter”

Pubblicato il autore: Pasquale Quaglia

Intervenuto ai microfoni di Radio Anch’io Lo Sport, Roberto Boninsegna ha espresso la propria opinione sul momento poco gioioso dell’Inter. L’ex attaccante ha risposto alle domande fattegli in trasmissione. Prima ha detto la sua sul derby “cinese” e soprattutto sul pareggio che il Milan ha agguantato all’ultimo, un pareggio in cui l’Inter ha sbagliato qualcosa, restando con l’amaro in bocca. Da attaccante e da capocannoniere ha analizzato i colleghi attuali, Belotti, Immobile, Borriello e la facilità con cui tutti riescano a siglare reti, come ad esempio la capacità realizzativa di Mertens. Marcatori spesso che vincono la propria classifica personale, non il campionato. Situazione generale anche sul gap tra la Juventus e le milanesi. I bianconeri, secondo l’ex attaccante che ha giocato sia con l’Inter che con la Juventus stessa, sono di un livello superiore, mentre le cugine di Milano devono ricostruire la squadra. L’Inter deve farlo cominciando dall’allenatore, da Stefano Pioli molto probabilmente, riconferma che dipende dal raggiungimento di un posto per l’Europa League anche se gli errori del tecnico, commessi molto recentemente, potrebbero compromettere l’ottimo andamento avuto finora. Difficile poi arrivare ad Antonio Conte che ha problemi col Chelsea ma non ne avrebbe di meno, secondo il parere di Bonimba, venendo all’Inter, dove i problemi non mancano affatto. Opinione piuttosto dura su Piero Ausilio invece. Soprattutto riguardo alle dichiarazioni che il direttore sportivo ha rilasciato, incolpando un po’ tutti per le ultime prestazioni poco convincenti. “Dichiarazioni da principianti” sostiene Boninsegna, dichiarazioni che probabilmente uno come Lele Oriali non avrebbe fatto, non al pubblico. Uno come lui ci vorrebbe all’Inter perché dopo Branca e l’arrivo di Ausilio, il dirigente nerazzuro del Triplete sarebbe un gradito ritorno, apportando le sue ottime competenze.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Andrea Pisanu a SuperNews: "Bielsa fonte di ispirazione. Malta palestra di vita e di calcio. Cagliari e Parma le squadre del cuore"