Juventus, la miglior difesa è la difesa di Allegri. Dybala vede il Barcellona

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
juventus

Juventus, è sempre la difesa il segreto dei successi bianconeri

20 gol subiti in 32 partite di serie A, 2 in Champions League in 9, per l’ennesima stagione la Juventus ha nella sua difesa il miglior punto di forza. Anche a Pescara la porta dei bianconeri è rimasta inviolata, a differenza di Napoli, Inter e Milan che avevano subito gol dagli abruzzesi. Allegri contro gli uomini di Zeman ha totalmente rivoluzionato il pacchetto arretrato. Cinque su cinque le novità rispetto al match di Champions League vinto per 3-0 contro il Barcellona. Neto-Lichtsteiner-Barzagli-Rugani-Asamoah al posto di Buffon-Dani Alves-Bonucci-Chiellini-Alex Sandro. Un turnover massiccio, ma cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia. Nessun gol subito contro il Barcellona, idem contro il Pescara. Questa è una delle chiavi dei successi bianconeri delle ultime stagioni vincenti dei bianconeri. La Juventus ha subito 7 gol in meno della Roma, seconda miglior difesa, 13 meno del Napoli che è sul gradino più basso del podio di questa speciale classifica. Una differenza che si traduce nei punti di distacco in classifica. Durante la stagione giallorossi e azzurri hanno avuto picchi di gioco che la Juventus magari non ha raggiunto. Ma è la continuità di rendimento a fare la differenza in favore degli uomini di Allegri. Sopratutto per quanto riguarda la difesa. Chi era a bordo campo durante Pescara-Juventus non poteva fare a meno di notare un tarantolato Allegri. L’allenatore bianconero nei minuti di recupero ha continuato a martellare i suoi motivandoli fino al fischio finale. Se la Juventus è in corsa per il triplete lo deve molto al suo allenatore, che ha rivoltato la squadra come un calzino con il 4-2-3-1, ma senza snaturare la compattezza di Higuain e compagni. Nel ritorno al Camp Nou contro il Barcellona servirà una grande prova della difesa della Juventus. Andiamo lì per fare almeno due gol”, parola di Allegri, il martello bianconero che non vuole cali dei suoi giocatori neanche quando dormono.

Leggi anche:  Milan-Atalanta, ci sarà l'ex Kjaer sabato contro i nerazzurri? La situazione

Juventus: Dybala verso il recupero, contro il Barcellona ci sarà

Dopo lo spavento la fiducia. Paulo Dybala va verso il recupero in vista del Barcellona. L’argentino dopo la botta ricevuta da Muntari durante Pescara-Juventus ha svolto una seduta di terapie a Vinovo. La caviglia fa ancora un po’ male, ma la sensazione che la Joya ci sarà mercoledì prossimo al Camp Nou. Dopo lo show dell’andata si farà di tutto per recuperare l’ex Palermo, ma senza correre rischi. Allegri ha già pronta la soluzione alternativa con l’inserimento di Marchisio a centrocampo e l’avanzamento di Pjanic dietro Higuain. D’altronde Dybala può essere molto utile anche a partita in corso. Le partite al Camp Nou sono molto lunghe, come dimostra la straordinaria rimonta effettuata da Messi e compagni contro il Paris Saint Germain. Allegri sa che per stare più tranquillo al Camp Nou servirà segnare almeno un gol. A quel punto il Barcellona ne dovrebbe segnare 5 per passare il turno. Possibilità piuttosto remota visto che i bianconeri hanno subito solo 2 reti in 9 partite disputate nella Champions League di questa stagione. E’ chiaro che per la manovra offensiva della Juventus Dybala riveste un ruolo fondamentale. Ma è anche vero che la stagione è ancora lunga e Allegri non è tipo da prendersi rischi inutili, proprio non è il tipo.

  •   
  •  
  •  
  •