Milan così non va, Montella deve cambiare per trovare l’Europa

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
Montella

Montella in cerca di nuove idee per il Milan

Forse è ora di cercare nuove soluzioni di gioco”, così parlò Vincenzo Montella dopo il deludente pareggio del Milan sul campo del Pescara. Un 1-1 che allontana i rossoneri dalla corsa all’Europa League, complici anche i risultati di Lazio e Atalanta. Una delle peggiori prestazioni stagionali del Milan, rossoneri apparsi svogliati, lenti e prevedibili. Il pasticcio Paletta-Donnarumma ha complicato ancor di più una domenica che Montella immaginava ben diversa. Vero è che c’era tutto il tempo per recuperare la partita contro l’ultima in classifica. I rossoneri hanno avuto un’impennata solo nel finale di match. Il palo di Romagnoli e il miracoloso salvataggio di Campagnaro su Lapadula, questo il risultato della pressione milanista. Episodi che avrebbero potuto premiare il Milan, al di là dei meriti degli uomini di Montella. Male il centrocampo, con Sosa e Mati Fernandez lenti e impalpabili. Ha stupito la scelta di Montella di lasciare in panchina Kucka per 70 minuti. Così come male in avanti Ocampos, l’argentino troppo inconcludente negli ultimi venti metri. Bene Deulofeu, i pericoli per la porta di Fiorillo sono arrivati sempre dallo spagnolo. Non ha convinto la staffetta Bacca-Lapadula, i due avrebbero potuto giocare insieme per cercare di sbloccare la partita. In generale il Milan visto a Pescara è apparso in riserva, fisica e mentale. La squadra bella e spensierata del girone di andata ha lasciato spazio ad una che va in panico alla prima difficoltà. A parziale scusante di Montella ci sono le assenza di Bonaventura e Suso, tra i giocatori di maggior qualità della rosa rossonera. Lo spagnolo dovrebbe tornare a disposizione domenica prossima contro il Palermo. Senza di lui due gol segnati contro Genoa e Pescara davvero troppo poco. Già contro i rosanero magari Montella effettuerà qualche cambio tattico, anche perché ora il Milan può solo vincere per cercare l’Europa.

Leggi anche:  Cagliari-Milan 0-2, tanti episodi dubbi: rigore Milan e Sottil ne chiede uno. Ecco la Moviola

Montella-Bacca, ancora scintille al momento del cambio

Perché mi togli? Sto giocando, sto lavorando”, queste le parole di Carlos Bacca rivolte a Montella al momento del cambio con Lapadula.  Il colombiano non stava certo giocando una partita memorabile. Bacca però era stato buon protagonista nell’azione del gol rossonero, conquistando e difendendo il pallone poi consegnato a Deulofeu. Effettivamente in quel momento della partita Montella avrebbe potuto azzardare la scelta di giocare con il doppio centravanti. Opzione sfruttata poco dall’Aeroplanino in  questa stagione, ma spesso premiata. Sia con il Cagliari che con il Chievo, con i due in campo sono arrivati i gol vittoria rossoneri. Fuori casa Montella è restio a provare questa soluzione. Certo contro un Pescara tutto arroccato in difesa due uomini d’area come Bacca e Lapadula avrebbero potuto trovare la zampata vincente. La convivenza tra i due potrebbe essere provata già contro il Palermo, altra squadra di bassa classifica. Contro i rosanero sarà obbligatorio trovare i tre punti per preparare al meglio il derby con l’Inter. Montella ha una settimana per provare nuove soluzioni tattiche, il Milan di Pescara è davvero poca roba per trovare un posto al sole in Europa.

  •   
  •  
  •  
  •