Serie A, un sesto posto che nessuno sembra volere

Pubblicato il autore: Ettore Culicetto

Serie A
Anche questa settimana le candidate alla sesta piazza della Serie A, e quindi all’ultima posizione valevole per i preliminari di Europa League, hanno ottenuto dei risultati tutt’altro che esaltanti: il Milan infatti non è riuscito ad andare oltre il pari contro il Crotone, l’Inter ha ceduto davanti al Napoli di Sarri, mentre la Fiorentina ha perso contro il Palermo.

I rossoneri quindi con il pareggio con i calabresi hanno aumentato di una lunghezza il distacco dalle inseguitrici, sebbene a quattro giornate dalla fine del campionato l’impressione sia che tutte e tre le squadre in lotta per il sesto posto abbiano davvero finito le energie.

Il Milan infatti nelle ultime cinque gare di Serie A ha vinto solamente una volta (con il Palermo), limitandosi ad un pareggio con Pescara e Crotone, e perdendo addirittura in casa con l’Empoli: contro le quattro squadre di coda dunque sono stati accumulati cinque punti, una marcia decisamente poco convincente.

Leggi anche:  Andrea Pisanu a SuperNews: "Bielsa fonte di ispirazione. Malta palestra di vita e di calcio. Cagliari e Parma le squadre del cuore"

Non se la passa meglio di certo l’Inter, la quale è la squadra che, insieme al Genoa, tenuto conto solo delle ultime cinque partite di Serie A, ha ottenuto meno punti rispetto tutte le altre: un dato sconfortante se si pensa ai 130 milioni investiti per costruire la rosa di questa stagione, specialmente considerando che la squadra di Pioli non è riuscita a tenere la porta inviolata nemmeno una volta nelle ultime nove gare, nel corso delle quali sono stati subiti ben 19 gol.

La Viola invece, influenzata anche dalla consapevolezza del cambio di panchina previsto per la prossima stagione, sta alternando risultati positivi ad altri terribilmente negativi, e non è riuscita a regalare grandissime emozioni nelle scorse apparizioni di campionato nemmeno quando ha trovato la vittoria, ad eccezione della sola partita con l’Inter, una gara di indubbio spettacolo ma che ha mostrato delle importanti lacune da entrambe le parti.

Leggi anche:  Inter, quanti infortuni: con la Roma grattacapi per Inzaghi

Tutte e tre le squadre quindi in estate saranno chiamate ad apportare dei cambiamenti importanti, il Milan che verosimilmente vivrà una massiccia rivoluzione, l’Inter che dovrà concentrarsi sulla difesa, e la Fiorentina che ripartirà dalla panchina. Le due milanesi in particolare grazie alle nuove società potranno tornare ad ambire a dei giocatori di primo livello, sebbene prima che inizi il calciomercato bisognerà pensare esclusivamente alle ultime quattro partite di Serie A, durante le quali verrà assegnato l’ultimo posto valido per l’Europa, una posizione che in virtù dei risultati delle scorse giornate sembra davvero non esser gradito da nessuno.

  •   
  •  
  •  
  •