Cassano, forse la sua ultima “cassanata” è quella più giustificabile

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO Segui


Cassano
sembra ormai irremovibile sulla sua decisione di lasciare il calcio. In questi giorni da Verona sono arrivati svariati colpi di scena: la presentazione, i primi numeri in amichevole, la voglia di smettere, prima rientrata e nemmeno una settimana dopo, di nuovo confermata. Nei confronti del talento di Bari Vecchia si sono sprecati i giudizi, la quasi totalità dei quali negativi, è stata messa in dubbio la sua forma fisica e si è parlato dell’ennesima cassanata. Può essere vero, ma sembra che sul serio questa volta, dietro una scelta così clamorosa, ci siano delle ragioni più che nobili. La mancanza della famiglia, la voglia di non costringere a cambiare la quotidianità della moglie Carolina e dei due figli.

A confermare tale motivazione è stata proprio la moglie di Cassano, la quale in un’intervista rilasciata al settimanale “Oggi” in edicola da domani ha parlato della vicenda e ha fugato ogni dubbio. “Antonio semplicemente non voleva stravolgerci la vita, far cambiare tutto a me e ai bimbi“. La famiglia vive a Nervi, il figlio più grande Christopher comincerà a settembre le scuole elementari ed è stato iscritto in un istituto della zona, il figlio minore Lionel frequenta un asilo lì vicino e la stessa Carolina è vicina ad indossare la cuffia del Rapallo nel campionato di A1 di pallanuoto. I calciatori spesso vengono dipinti come mercenari, egoisti ed attaccati soltanto ai soldi,  per una volta che viene messa al primo posto la famiglia, giù le critiche verso un uomo, prima ancora che calciatore, che di sicuro nella sua carriera ha commesso molti errori, ma di sicuro questa volta ha agito nel bene. Sempre nell’intervista Carolina ha parlato del primo ripensamento del marito e di come lei l’abbia convinto a cambiare idea, di come lo appoggi in ogni sua scelta e come insieme ai figli lo avrebbero sempre seguito qualsiasi destinazione avesse scelto. Lo stesso Cassano nella prima conferenza stampa aveva descritto come la moglie e i figli avrebbero gradito continuare a guardarlo giocare, ma poi sei giorni dopo è tornato di nuovo sui suoi passi.

Leggi anche:  Risultati Serie A 9° Giornata: Milan ancora vittorioso, il big match Napoli-Roma va ai partenopei

La serie A perde sicuramente uno dei giocatori più forti palla al piede, con molta fantasia e talento, purtroppo spesso resi vani da un carattere difficile, che gli ha fatto perdere l’occasione della vita al Real, lo ha fatto andar via e poi tornare sempre con toni burrascosi nel periodo della rinascita alla Samp e lo ha visto protagonista dei vari alti e bassi anche in nazionale. Un personaggio genuino però, che ha sempre detto ciò che pensava, senza filtri e peli sulla lingua. Questa volta sembra davvero finita, anche se il mercato è ancora lungo, soprattutto quello degli svincolati e non è detto che Cassano possa cambiare per l’ennesima volta idea. Nel frattempo, ci mancherai Antò.

  •   
  •  
  •  
  •