Juventus, Pirlo sentenzia Bonucci: “Milan? Li niente scudetto”

Pubblicato il autore: Alessandro Creta Segui

Milan, l'ex Pirlo punzecchia Bonucci: "Non lotterai per lo Scudetto"JUVENTUS, PIRLO SENTENZIA BONUCCI: “IL MILAN FUORI DALLA LOTTA SCUDETTO”– Ha fatto molto discutere nelle ultime settimane il passaggio di Leonardo Bonucci al Milan. Una trattativa lampo, nata e conclusasi in poche ore, ha privato la Juventus di uno dei centrali difensivi più forti d’Europa per rinforzare la retroguardia di Montella.
Il più forte assieme a Sergio Ramos” ha sentenziato l’allenatore rossonero, visibilmente soddisfatto di avere in gruppo un giocatore della qualità e della leadership di Bonucci.
Un trasferimento da Oscar quello attuato da Fassone e Mirabelli, capaci di andare dalla società sei volte campione d’Italia per sfilargli uno dei leader e beniamini della tifoseria.

In casa Juventus ancora non è stata totalmente smaltita la delusione per la perdita del centrale viterbese, i supporters bianconeri attendono Bonucci per la prima volta allo Stadium per dargli il loro “caloroso” benvenuto; mentre i dirigenti stanno cercando sul mercato un degno sostituto dell’ex numero 19 juventino. Nelle prime due uscite stagionali, contro Barcellona e Psg, la difesa di Allegri è sembrata piuttosto ballerina: 4 gol subiti e delle gravi disattenzioni su cui il tecnico bianconero dovrà lavorare. Sarà calcio di fine luglio ma certi segnali non devono essere sottovalutati.

Leggi anche:  Dove vedere Genoa Parma streaming e diretta Tv Serie A

Mentre il Milan si appresta a tornare in Europa dopo quasi 4 anni di assenza (stasera il preliminare di Europa League contro il Craiova) Bonucci è rimasto a Milano dove vedrà la gara da casa sua. Non è stato convocato il centrale azzurro, in attesa della forma migliore dopo appena una settimana di allenamento. Il suo passaggio dalla Juve al Milan fa ancora discutere: ieri le parole di Marotta, Buffon e Fassone e, nella giornata di oggi, anche il giudizio di chi la stessa strada di Bonucci l’ha percorsa ma in senso inverso: Andrea Pirlo.

6 anni fa infatti il numero 21 ora a New York si liberava a parametro zero dal Milan e, a 30 anni compiuti, si apprestava a entrare anche nella storia della Juventus con 4 scudetti vinti, 1 Coppa Italia e 2 Supercoppe italiane. Non poteva non dare un suo giudizio Pirlo da grande ex di entrambe le squadre e la “sentenza” del Maestro è di quelle pesanti. In un’intervista a La Repubblica infatti, alla domanda se il Milan potrà lottare per lo scudetto, il centrocampista ha dichiarato: “Non credo. Quando parti da zero e prendi dieci giocatori nuovi, bravi quanto vuoi, è dura vincere subito. Devi farli giocare insieme, metterli bene in campo. Montella avrà un lavoro stimolante, ma difficile. L’obiettivo sarà arrivare in Champions“.

Leggi anche:  Torino, "quarto d'ora granata" sostituisca "quarto d'ora da stupidi"

Analogie tra il suo trasferimento e quello di Bonucci? C’è di mezzo un problema con Allegri? Pirlo smentisce: “No. Non so cosa sia successo tra loro, io me ne sono andato dal Milan perché ero a fine contratto e volevo un’avventura nuova. Allegri non c’entrava niente, non ho cambiato per colpa sua. Sarei potuto rimanere anche al Milan. Ma sentivo di aver finito un ciclo“.

Chiosa finale poi su quello che sarà il suo futuro: “A dicembre mi scade il contratto qui e vedremo. Sicuramente sto già pensando a cosa verrà dopo. Non so se come dirigente o allenatore, ma sicuramente rimarrò nel mondo nel calcio. Ho sempre fatto solo questo nella vita, non saprei fare altro”.

  •   
  •  
  •  
  •