Serie A, dopodomani si comincia. Cosa ci dobbiamo aspettare?

Pubblicato il autore: MATTIA D'OTTAVIO Segui

Serie A, dopo le vacanze si torna in campo per una stagione che si prospetta più tirata che mai. Cosa si devono aspettare i tifosi? Andiamo a fare una breve panoramica squadra per squadra.
L’Atalanta dovrà affrontare il doppio impegno, ha ceduto Kessie e Conti al Milan, ma riabbraccia De Roon e può puntare su Ilicic e Gomez. Non è detto che la passata stagione non sia irripetibile.
Il Benevento non sembra ancora pronto per il grande palcoscenico della Serie A, a Baroni e i suoi ragazzi il compito di smentirci.
Il Bologna può beneficiare dell’esperienza di Palacio, i felsinei possono puntare ad una salvezza tranquilla.
Il Cagliari non ha fatto grossi cambiamenti alla rosa, la squadra di Rastelli può comunque pensare ad un campionato lontano dalla zona rossa.
Il Chievo ha preso Pucciarelli dall’Empoli, Maran e soci possono essere una sorpresa o comunque pensare ad un piazzamento di media classifica.
Il Crotone proverà a puntare sull’euforia derivata dalla miracolosa salvezza dell’anno scorso, anche in questa stagione l’obiettivo è restare in A.
Rivoluzione per la Fiorentina, Pioli ha a disposizione una squadra giovane e tutta da scoprire. Un posto in Europa sembra difficile, ma i Viola ci proveranno.
Il Genoa si è mosso bene sul mercato, anche se ha perso Simeone, può e deve far meglio rispetto alla salvezza thrilling dello scorso anno.
L’Inter non ha fatto le spese folli della passata stagione, ma il migliore acquisto forse è Spalletti, puntare ad un piazzamento tra le prime quattro è l’imperativo.
La Juve, essendo la detentrice del titolo, parte un filo davanti a tutti nei pronostici, attacco e centrocampo sembrano ok, in difesa manca qualcosa dopo gli addii di Bonucci e Dani Alves.
La Lazio ogni anno non fa dei botti ad effetto, ma la squadra di Inzaghi come la passata stagione può stupire, la Supercoppa ne è la dimostrazione.
Il Milan ha spiazzato tutti con i numerosi acquisti, Bonucci in primis, Montella aspetta l’attaccante e punta a riportare i rossoneri in Champions.
Il Napoli è rimasta sostanzialmente la squadra dell’anno scorso, i partenopei offrono un grande calcio e sembrano i più diretti concorrenti dei bianconeri.
La Roma ha visto partenze eccellenti, ma è riuscita a trattenere Nainggolan. Confermare gli ottimi risultati di Spalletti è il difficile compito per Di Francesco, ma quantomeno un piazzamento tra le prime quattro è d’obbligo.
Anche la Sampdoria ha visto partire qualche gioiello, soprattutto Muriel, ma con Giampaolo il bel gioco è assicurato e i blucerchiati possono essere una sorpresa.
Per il Sassuolo sembrano lontani i due fasti di due anni fa, i neroverdi rischiano un’annata anonima.
La neopromossa Spal ha fatto molti acquisti e punta ad una salvezza che saprebbe di impresa.
Il Torino può essere un’altra sorpresa, il mercato ha tolto Benassi ai granata che però con la grinta di Mihajlovic vogliono puntare in alto.
L’Udinese non ha visto grossi movimenti, per i bianconeri si prospetta un altro campionato di metà classifica.
Il Verona si è mosso tanto, è stato “vittima” del caso Cassano, ma può puntare alla salvezza.
A maggio arriveranno i verdetti, intanto dopodomani si ricomincia, bentornato campionato!

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Hellas Verona Roma in diretta tv e streaming: Sky o DAZN?
  •   
  •  
  •  
  •