Infortunio De Sciglio, lesione a tibia e perone. Ecco i possibili tempi di recupero

Pubblicato il autore: Mimmo Visconte Segui


Che storia quella di Mattia De Sciglio. Sembrava dovesse diventare una “bandiera” del Milan, la squadra di cui è tifoso e dove si è formato calcisticamente, giocando in tutte le selezioni giovanili ed esordendo in prima squadra, quattro anni e mezzo fa. Dopo essersi guadagnato la fiducia di Montella, lo scorso anno, tutto è cambiato con i fischi a suo carico da parte del pubblico di S.Siro, con annessa lite, all’esterno dell’impianto, tra alcuni supporters e suo padre. Mattia De Sciglio, non ha digerito tutto questo, tanto da far svanire il sogno di una vita e da costringerlo a lasciare il Milan.

C’è un’allenatore, tuttavia,  che ha sempre avuto per De Sciglio stima per le sue doti tecniche, umane e nonchè affetto quasi paterno. E’ Massimiliano Allegri che lo ha fortemente voluto alla Juventus. Il terzino 23enne, non si è lasciato scappare questa opportunità, per riconoscenza al tecnico, che lo ha lanciato nel calcio dei grandi. I bianconeri, per averlo hanno speso una cifra di mercato non del tutto indifferente, 12 milioni di euro, cifra giudicata troppo esosa dai tifosi i quali non gli hanno perdonato un grossolano errore nella finale di Supercoppa persa contro la Lazio.  Una settimana fa, è stato schierato titolare in Champions League, contro una delle squadre, più forti del mondo, ma a sorpresa, è stato uno dei pochi ad ottenere la sufficienza piena in pagella, in una serata da dimenticare.

Leggi anche:  Luigi Mastrangelo a SuperNews: "Fefé De Giorgi grande tecnico, non mi è piaciuto il trattamento riservatogli in campionato. Per questa Nazionale un futuro pazzesco. Juventus? Con Allegri l'inizio stagione è sempre un po' "diesel"..."

Uno scontro di gioco con Andres Iniesta, però, ha causato a De Sciglio un infortunio con conseguente uscita anzitempo dal campo. Si tratta di una lesione parziale a tibia e perone della gamba destra, evidenziata dagli accertamenti ai quali il giocatore è stato sottoposto dallo staff medico juventino. Le sue condizioni verranno monitorate giornalmente e dovrebbero esserci nei prossimi giorni esami più approfonditi per evitare che ci sia una microfrattura. L’ex milanista salterà sicuramente le prossime tre partite ufficiali della Juventus quelle sentitissime di campionato contro Fiorentina Torino e il match di Champions League contro i greci dell’Olympiakos.
De Sciglio potrebbe farcela ad essere a disposizione, per l’insidioso impegno in trasferta sul campo dell’Atalanta del 1 ottobre prossimo, se il recupero fisico dovesse procedere per il meglio, altrimenti, bisognerà aspettare dopo la seconda sosta stagionale per le nazionali. Certo è che mister Allegri, si ritroverà senza terzini di ruolo, non tanto in campionato, dove c’è sempre lo stakanovista Stephan Lichtsteiner. Lo svizzero tuttavia non è stato incluso nella lista Champions e anche l’ultimo acquisto estivo Benedikt Howedes è ai box per infortunio.

  •   
  •  
  •  
  •