Roma, Spalletti: “Dispiace non aver unito l’ambiente. Spero di essere amico di Totti”

Pubblicato il autore: Carlo Edoardo Canepone Segui


Reduce da due vittorie in due partite e a due giorni dalla sfida contro la Spal, l’allenatore dell’Inter Luciano Spalletti è tornato a parlare della sua passata esperienza con la Roma. Il mister è ancora rammaricato per i fischi ricevuti all’Olimpico in occasione proprio della gara contro i giallorossi: “Per me è stata un’amichevole, perché lì ho lasciato tanti amici. Mi dispiace, però, non aver unito l’ambiente. Tutto quello che ho fatto è stato per il bene e gli equilibri della squadra”.

Ovviamente immancabile una battuta sul rapporto complicato con Totti: “Francesco è un fenomeno unico, con lui tutto si amplifica. Gli auguro il meglio da dirigente, anche se da calciatore tutto quest’amore a volte non lo ha aiutato. Totti è la Roma, è vero, ma anche la Roma è la Roma. Gli ho sempre detto tutto ciò che pensavo e spero di essere suo amico. Con le dovute proporzioni ho avuto altre situazioni simili in passato, come con Parente all’Ancona e Jankulovski all’Udinese”.

Infine un pronostico sulla Serie A: “Noi vogliamo vincere, ma in tanti lo vogliono. Juve e Napoli sono le più attrezzate, ma la Roma ha il miglior centrocampo. Con Nainggolan, Strootman e De Rossi anche un giocatore di talento come Gerson ha perso fiducia”. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Probabili formazioni Inter Bologna: esordio dal 1' per Dumfries?