Stadio Roma, ecco alcune caratteristiche: pronto per la stagione 2020/21

Pubblicato il autore: Carlo Edoardo Canepone Segui


La Roma ha presentato l’ultima versione del progetto del nuovo stadio e il quotidiano Il Tempo ne ha svelato alcune caratteristiche che ora vi andiamo a riportare.

STADIO ROMA, PRONTO PER LA STAGIONE 2020/21 – Uno dei dettagli svelati è il cronoprogramma:
15 ottobre 2017: il nulla osta per le opere strutturali;
2 settembre 2018: appaltate le opere pubbliche;
16 giugno 2020: ci sará il completamento sostanziale delle opere dello stadio;
15 agosto 2020: collaudo. Stadio pronto per la stagione.
Entro il 2022 la Roma ha intenzione di completare il Business Park, ma c’è bisogno della certezza dei tempi della realizzazione delle opere pubbliche e della possibilitá di anticipare il più possibile le opere propedeutiche nel rispetto dei vincoli esistenti.

STADIO ROMA, LA CAPIENZA – Una variazione del nuovo progetto riguarda il numero di posti disponibili: prima erano 52500 espandibili fino a 60mila, ora sono “appena” 55mila. La Curva Sud resta divisa su due anelli, in modo da dare la sensazione di un “muro giallorosso”. Il resto dell’impianto sará suddiviso su tre anelli. Ci saranno, al di fuori dell’impianto, chioschi, ristoranti, club, locali tecnici e magazzini. Previsti, ovviamente, anche posti auto e posti in gradinata riservati ai disabili. Vi si potranno svolgere spettacoli, concerti o eventi in generale.

Leggi anche:  Zaniolo, il gestaccio ai tifosi della Lazio: ecco cosa rischia

STADIO ROMA, PREVISTO UN MEDICAL CENTER – Una novitá riguarda anche la creazione di un moderno Medical Center, un centro di diagnosi e riabilitazione dotato di macchine diagnostiche di ultima generazione, sale per esami, sale per la fisioterapia, palestra per riabilitazioni e così via. Un impianto creato per la completa riabilitazione dei pazienti, collocato a pochi passi dallo Stadio.

STADIO ROMA, CAMBIAMENTI ALLE TRATTE STRADALI – Un importante punto del progetto è quello del collegamento allo Stadio. Per facilitare lo spostamento dei tifosi in macchina, si è pensato ad un cambiamento per la Via del Mare-Ostiense diviso in due parti: il primo prevede la creazione di due carreggiate da almeno due corsie per senso di marcia dallo Stadio al Raccordo; il secondo, dallo Stadio a viale Marconi, prevede un intervento di unificazione per aumentarne la sicurezza.

Leggi anche:  Capello sul Napoli: "Ha dimostrato di essere squadra. Sarà difficile raggiungerlo"

STADIO ROMA, NUOVI TRENI – Interventi anche sulla linea ferroviaria Roma-Lido: si vuole garantire lo spostamento di 20mila persone ogni ora e per questo c’è bisogno di 31 treni, di cui 25 in servizio. Servono quindi 15 nuovi treni, il recupero di quelli attuali e il rifacimento della linea elettrica.

STADIO ROMA, SISTEMAZIONE DI 34 ETTARI DI VERDE – Verranno sistemati 34 ettari di verde che manterranno le caratteristiche morfologiche dell’area fluviale. Sono previsti percorsi pedonali, campi pubblici da calcetto e tennis, due pontili, tre antichi casali ristrutturati (uno a museo rurale, uno a fattoria didattica e uno a area giochi) e percorsi ciclabili. Tutto ciò verrá illuminato e videosorvegliato.

STADIO ROMA, LA VIDEOSORVEGLIANZA – Sono previste oltre 1400 videocamere, di cui 650 intorno e dentro lo stadio. Saranno divise in cinque tipi diversi (ruotabili, in altissima definizione, in HD, termiche e volte al riconoscimento targhe) e verranno sistemate a seconda del tipo nelle differenti zone dell’impianto.

Leggi anche:  Mercedes, Wolff: "Congratulazioni ad Hamilton per la sua vittoria numero 100"

STADIO ROMA, L’ILLUMINAZIONE – L’intera area, esterna e interna, verrá illuminata da un complesso sistema di illuminazione. Ci saranno pali alti dai 7 ai 12 metri su cui verranno sistemate le videocamere. Tutte le luci saranno a Led per consentire il risparmio energetico, ma saranno comunque in grado di fornire la giusta illuminazione alle telecamere. Il sistema “ospiterá” anche una fibra ottica, il wifi, semafori, schermi informativi e sistemi di soccorso.

  •   
  •  
  •  
  •