Benevento, Vigorito: “De Laurentiis pensi al Napoli, ci salveremo”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Vigorito-De Laurentiis, scintille tra presidenti. “Noi restiamo in A. Si figuri se mollo, è stata dura. E’ stata dura allontanare Baroni e Di Somma, io lavoro solo con persone che stimo: loro hanno fatto tanto per noi. Ho speso il giusto e posso spendere ancora”. Deciso come non mai il presidente del Benevento Vigorito al La Stampa nel rilanciare le azioni degli stregoni nel borsino della serie A. Questa sera ci sarà l’esordio in panchina del nuovo tecnico, Roberto De Zerbi. Dopo nove sconfitte consecutive i sanniti cercano i primi punti della loro storia in serie A. Iemmello e compagni pci proveranno a Cagliari. Come il Benevento anche i sardi hanno da poco cambiato allenatore, via Rastelli è tornato l’ex capitano Diego Lopez. Un Vigorito deciso a provarle tutte per difendere la categoria:”Con la serie A Benevento ha fatto bingo: eppure sento che qualcuno recita il de profundis quando dovrebbe tenere accesa la fiamma. O quelli come il presidente del Napoli, De Laurentiis, che parlando di noi fa lo spiritoso e invece dovrebbe farsi i cavoli suoi”.

I problemi del Benevento non sono di natura economica:”Berlusconi esagera dicendo che potrei comprare il Milan. In estate ho speso il giusto e lo farò anche a gennaio”. Vigorito difende la scelta di De Zerbi.”L’ho scelto perché lo conosco bene ed è un bravo allenatore”. Il massimo dirigente sanniti quindi non molla, anzi rilancia. Il campionato del Benevento ricomincia questa sera a Cagliari. Poi ci saranno subito Lazio e Juventus a testare la nuova era giallorossa con De Zerbi in panchina.

Leggi anche:  Palomino: "Atalanta, obiettivo migliorare i propri risultati. Papu? Non ci parlo, si allena da solo"

Vigorito crede nella salvezza del Benevento, ma è davvero possibile?

Zero punti in nove giornate, ma in casa Benevento non si molla. Questo il diktat del presidente Vigorito, deciso più che mai a difendere la storica serie A dei giallorossi. La classifica è certo deficitaria, ma le altre pericolanti non corrono. Oggi la salvezza è lontana sei punti, due vittorie. Ottenere risultato a Cagliari potrebbe rilanciare le speranze salvezza del Benevento. Spal, Crotone, Genoa e Verona hanno tutte impegni decisamente complicati contro Juventus, Roma, Napoli e Atalanta. E’ anche vero che dopo il Cagliari il Benevento giocherà con Lazio e Juventus, ma nulla è scontato nel calcio.

La stagione passata di questi tempi tutti già davano per spacciato il Crotone di Nicola. I calabresi erano con un piede in serie B alla fine del girone di andata. Poi lottando in ogni partita hanno conquistato una salvezza epica. Questo deve essere l’esempio per il Benevento 2017/2018. Basta poco per invertire una tendenza negativa, un risultato positivo magari colto anche con un po’ di fortuna. Dea bendata che è mancata molto agli stregoni in questo inizio di campionato. Il pareggio negato dal Var con il Bologna, il gol al 95′ subito con il Torino e il caso doping che ha colpito il capitano Lucioni. Tutti episodi che hanno aperto un credito degli stregoni nei confronti della buona sorte, magari potrà cominciare ad essere incassato già con il Cagliari. Per il nuovo allenatore De Zerbi una missione comunque difficile da portare a termine. 

  •   
  •  
  •  
  •