L’arma in più del Napoli è José Maria Callejon

Pubblicato il autore: Matteobonacorsi Segui


Forse è l’uomo di cui se ne parla di meno, ma la marcia in più del Napoli da quasi cinque anni a questa parte, nonchè pupillo di Sarri, è José Maria Callejon, nato a Motril nel febbraio dell’ottantasette e cresciuto nella cantera del Real Madrid. Ebbene sì,quindi, nè Mertens e nè Insigne, ma l’uomo preferito là davanti per Sarri è proprio l’ex madridista: scelta che può far scalpore dato che i giocatori con il quale entusiasmano il pubblico a suon di gol e giocate sono proprio i due poco prima citati, ma, come visto, lo spagnolo è l’attaccante che viene sostituito di meno a gara in corso.

Analizzando le statistiche con la maglia del Napoli, Callejon ha totalizzato 68 reti in poco più di 200 presenze, una buona media se si considera che lo spagnolo è stato impiegato quasi sempre ala destra. Anche gli assist sono ammirevoli, tanto da fargli vincere, insieme a Salah, la classifica assistman della stagione scorsa,2016/2017.

Leggi anche:  Davide Nicola, la nuova salvezza passa per Torino

Buona fisicità e sfruttata al meglio,altruista, tanta velocità, sempre pronto a far partite l’azione d’attacco e, come se non bastasse, rientra anche in difesa a dare una mano: queste sono le caratteristiche che fanno impazzire il tecnico toscano, che, in assenza di Milik e per far rifiatare Mertens, ha dichiarato che potrebbe proporlo anche al centro dell’attacco.

Con la maglia napoletana, Callejon ha vinto una coppa italia e una supercoppa italiana, poco rispetto alla forza e alle capacità che ha il Napoli da qualche anno a questa parte; fatto sta, che questa nuova stagione può essere quella della consacrazione e infatti il Napoli ha iniziato alla grande prendendosi la vetta della classifica con 28 punti ( 9 vittorie e un pareggio ), due in più sull’inseguitrice Inter.

  •   
  •  
  •  
  •