Milan-Genoa, Montella si gioca tutto. Pronta la soluzione Gattuso

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
Milan-Genoa

Milan-Genoa, se salta Montella c’è Gattuso

Milan-Genoa, solo la vittoria per Montella. I rossoneri non vincono in serie A dal 20 settembre e in senso assoluto dal 28 settembre, una vita. Nel mese di ottobre deve ancora arrivare la prima gioia per i tifosi milanisti. Ci si riprova oggi contro il Genoa di Juric. Avversario scomodo che in questo campionato ha già fatto soffrire Juventus e Inter. Montella cambia ancora. Il tecnico rossonero conferma la difesa a tre, con Zapata forse preferito a Musacchio. L’Aeroplanino dovrebbe schierare il Milan con un 3-4-3 ultraoffensivo. Detto della retroguardia in mezzo ci sarà la coppia Kessié-Biglia. Confermato Borini, c’è un dubbio Calabria-Bonaventura. Se l’ex atalantino dovesse giocare sull’out di sinistra allora ci sarà il tandem Suso-Calhalnoglu dietro Kalinic. Montella però potrebbe anche decidere di far giocare l’ex atalantino sulla trequarti, con l’inserimento di Calabria sulla fascia destra di centrocampo. Più improbabile l’ipotesi che porta al 3-4-1-2, con Suso trequartista dietro André Silva-Kalinic.

Leggi anche:  Hateboer, infortunio al metatarso da valutare. Maehle pronto a sostituirlo

L’idea di Montella è quella di riportare Suso e Bonaventura nel loro ruolo di esterni, così come nella passata stagione. Tentativi, alla ricerca della formula giusta per risolvere il rompicapo Milan. Far giocare più vicini Kessiè e Biglia dovrebbe garantire più copertura ad una difesa che subisce decisamente troppi gol. 13 gol contro i 5 di Inter e Roma. Numeri che stridono troppo con la qualità dei difensori a disposizione di Montella. Davanti le cose non vanno meglio, si spera che con il ritorno di Kalinic le cose migliorino. L’ultimo gol in serie A segnato da un attaccante del Milan è proprio quello del 2-1 all’Udinese segnato dall’ex viola il 17 settembre.

Milan-Genoa, in caso di ribaltone c’è Gattuso

Milan-Genoa, se salta Montella c’è Gattuso. Genoa-Chievo-Juventus, un trittico di partite decisive per Vincenzo Montella. Il tecnico rossonero sa di affrontare una settimana decisiva per la sua panchina. Nonostante le rassicurazioni di Fassone e Mirabelli, c’è già pronta la soluzione in caso di esonero di Montella: Rino Gattuso. Niente ipotesi esotiche come Paulo Sousa o Hiddink. L’attuale tecnico della primavera rossonera è pronto a subentrare a Montella. D’altronde sarebbe la soluzione più logica per un uomo che conosce ogni centimetro di Milanello. Gattuso è stato fortemente voluta dalla nuova dirigenza per inculcare i valori del Milan nei giovani rossoneri della primavera. Ringhio ha già avuto esperienze da capo-allenatore. Palermo, Ofi Creta e Pisa, tutte situazioni difficili che hanno temprato l’ex milanista. Il Milan sarebbe l’occasione della vita, ma anche un rischio come possono raccontargli gli ex compagni Seedorf, Inzaghi e Brocchi.

Leggi anche:  Sky o DAZN? Dove vedere Bologna Milan in tv e in streaming, Serie A 20^ giornata

Genoa-Chievo-Juventus, questo è la settimana decisiva per la stagione rossonera. Sei punti con le prime due per arrivare al match contro i campioni d’Italia un po’ più sereni. Non saranno tre partite semplici, soprattutto se il Milan non migliorerà sensibilmente la qualità del suo gioco. Come detto i rossoneri non vincono da un mese in campionato e vengono da tre sconfitte consecutive. La spia rossa, anzi rossonera, è accesa da tempo a Milanello. Montella con il Genoa giocherà con l’ennesima formazione diversa.”Non conta il modulo, ma la testa”, così il tecnico milanista nella conferenza stampa della vigilia di Milan-Genoa. Oggi però conteranno più di tutti i piedi, come sempre la domenica.

  •   
  •  
  •  
  •