Roma-Crotone, Di Francesco: “Karsdorp titolare. Adesivi in Sud? Anche io mi sento Anna Frank”

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui
di francesco

Roma, Di Francesco in conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Crotone

L’allenatore della Roma Eusebio Di Francesco ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Crotone, valevole per la decima giornata di Serie A. Ecco le dichiarazioni rilasciate dal tecnico abruzzese ai giornalisti presenti nella sala stampa del centro sportivo di Trigoria.

Cambiano gli interpreti in difesa, ma avete la miglior difesa del campionato: zero gol subiti in trasferta. E’ il meccanismo totale che funziona? “Significa che dobbiamo migliorare in casa. Abbiamo avuto spesso un ottimo atteggiamento, indirizzare bene una giocata ci permette di difendere tutti quanti bene. Merito al blocco squadra e non ad un reparto.”

Karsdorp e Schick? “Karsdorp gioca titolare, per Schick ci vuole tempo.”

Col Toro aveva chiesto una vittoria sporca. Peòr nelle ultime due avete creato poco in area di rigore, dove deve migliorare l’atteggiamento offensivo? “Noi siamo la squadra che fa più duelli uno contro uno e li vince, la seconda squadra del campionato che va più al cross dopo l’Inter. Dobbiamo riempire meglio l’area di rigore, ma noi ci arriviamo. Col Toro abbiamo fatto il 65 per cento di possesso palla, abbiamo sbagliato negli ultimi metri. Non è una vittoria sporca come con l’Atalanta. Con il Napoli abbiamo preso un palo ed una traversa, magari potevamo fare di più. Con il Chelsea lo avete visto. Stiamo diventanto una squadra importante.”

Kolarov e Dzeko devono riposare? “In questo momento devono giocare, a cominciare da domani. Poi prima del
Bologna valuterò.”

Nell’ottica del turn over pensa gara dopo gara, o lo modula in base al calendario in generale. “Quando si gioca spesso bisogna valutare tante cose, le situazioni cambiano. Col Crotone scende in campo la squadra migliore per poter vincere la partita. Non saranno partite facili le prossime due, il Crotone è una squadra molto preparata. Ora penso a quella.”

Gli adesivi in Curva Sud? “Le istituzioni competenti devono occuparsi di questo, è una situazione culturale. E’ assurdo parlare ancora di antisemitismo, anche io mi sento Anna Frank.”

Schick giocherebbe al posto di Nainggolan e Gerson sull’esterno o pensa ad un attacco con Schick e Dzeko supportati da Nainggolan? “Intanto Schick si deve mettere a posto, poi può giocare in qualsiasi ruolo. Non deve cambiare la filosofia di gioco e la mentalità della squadra: corta, aggressiva e votata all’attacco. Schick domani non giocherà dal primo minuto ma per noi è un valore aggiunto.”

Ha annunciato l’utilizzo di Karsdorp. Con il rientro di Defrel il versante destro rischia la sovrabbondanza. Dove giocherà Florenzi? “Lui può giocare basso o alto. Alessandro ha giocato tanto in questo periodo considerando l’infortunio. E’ un giocatore che fa fatica a giocare tante partite consecutive. Mi auguro che tutti i miei calciatori possano stare bene, Florenzi non è un problema.”

Ho trovato bella la frase su Anna Frank. Oggi Lotito ha annunciato dei viaggi nei campi di concentramento. Pensi sia una cosa importante? Fazio? “Fazio lo valutiamo oggi in allenamento, se dovesse dare delle risposte positive giocherà. Manolas vorremmo averlo con il Chelsea, balliamo tra Chelsea e Fiorentina. Contento dell’iniziativa di Lotito, magari andrò anche io con loro.”

Quattro mesi da allenatore da Roma. Una pagella dopo questo primo quadrimestre, a che punto siete? “E’ tipo un compleanno, grazie. Sono molto contento nell’insieme generale, siamo cresciuti tantissimo, anche in Europa. L’idea sta passando ed è quello che più conta. Quattro mesi non sono niente, dobbiamo avere continuità di atteggiamenti e prestazioni, i risultati arriveranno di conseguenza. Voti non ne do, sono soddisfatto ma non mi accontento.”

Ad oggi quanti margini di miglioramento ha la squadra? “Pretendo di più, possiamo dare più continuità anche dentro la partita, a volte rallentiamo. E’ un lavoro che si guadagna con il tempo, mancano ancora giocatori che stanno entrando nei meccanismi piano piano, come ad esempio Karsdorp.”

Gonalons e De Rossi pososno giocare insieme? “Domani no, poi vedremo.”
Gerson e Under? Possono giocare domani? “Potrebbe, magari tutti e due insieme.”

  •   
  •  
  •  
  •