Andrea Conti: “Da piccolo tifavo Juve, il Milan andrà in Champions League”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
Conti

Conti tra passato, presente e futuro

Conti, rimpianto azzurro e speranze rossonere. E’ fermo da settembre per un grave infortunio al ginocchio, ora però comincia a rivedere la luce. Andrea Conti manca al Milan e all’Italia, ma lui non vede l’ora di tornare in campo. Così parla alla Gazzetta dello Sport:”Mi hanno detto che a marzo dovrei farcela. Ho corricchiato ed è stata una liberazione. Ho scoperto di essere un ragazzo forte ma mi manca il campo”. Conti svela che da piccolo tifava per la Juventus, tanto è vero che ha un bassotto che si chiama Arturo Vidal. Il terzino rossonero è dispiaciuto per l’Italia, in Russia poteva essere il suo primo mondiale:”Ero sicuro che ci saremmo qualificati – dice Conti – e si parla di frizioni nel gruppo, ma non ci ho mai visto problemi. Il futuro non è disastroso, ci sono giovani ottimi». L’ex atalantino rivela che in estate c’erano tante squadre su di lui:”Sapevo di Napoli e Chelsea, ma era l’Inter a volermi. L’interesse del Milan è stato maggiore e ho deciso per il nuovo ciclo rossonero. Verremo fuori, andremo in Champions”.

La perdita di Conti è stata molto pesante per il Milan. Il nuovo modulo di Montella avrebbe esaltato le qualità del terzino ex Atalanta. I rossoneri avrebbero bisogno oggi come oggi di maggiore propulsione sulle fasce. Anche perché i continui acciacchi di Calabria e Antonelli hanno obbligato il tecnico rossonero a reinventarsi Borini come esterno. Conti scalpita dunque, ma il suo rientro non verrà forzato. Magari in primavera troverà un altro Milan e un’altra nazionale. Lui saprà farsi pronto per entrambi.

Leggi anche:  Mercato Milan, i rossoneri cercano il vice Hernandez

Conti, appuntamento a marzo. Chi sulle fasce con il Napoli?

Andrea Conti ne avrà ancora per diversi mesi, quindi Vincenzo Montella deve fare di necessità virtù per il match contro il Napoli. Al San Paolo mancherà anche Calabria. Il giovane terzino è in recupero dal problema alla caviglia, ma non ha ancora ricominciato a correre. A destra ballottaggio Borini-Abate, con il primo favorito. A sinistra non ci dovrebbero essere problemi per Ricardo Rodriguez. L’esterno svizzero è tornato a Milanello caricato a mille dalla qualificazione della sua nazionale al Mondiale.

L’ex Wolfsburg è stato il grande protagonista dei due match tra la Svizzera e l’Irlanda del Nord. All’andata ha segnato il rigore decisivo, mentre al ritorno ha effettuato un salvataggio decisivo sulla linea all’ultimo minuto. Il suo agente ha dichiarato che Rodriguez è tornato a Milanello in ottime condizioni fisiche, nonostante un piccolo problema accusato nell’andata di Svizzera-Irlanda del Nord. Rodriguez diventa fondamentale per Montella, che orfano di Conti ha bisogno come non mai della spinta e dei cross del mancino svizzero.

  •   
  •  
  •  
  •