Festa Bologna: Verdi, Mbaye e Okwonkwo affondano una bruttissima Sampdoria

Pubblicato il autore: Damir Cesarec Segui

bologna
Nel primo anticipo della 14.esima giornata del campionato di Serie A, al Dall’Ara il Bologna supera con un netto 3-0 la Sampdoria. I doriani, reduci dall’esaltante successo di Marassi contro la Juventus nel turno precedente, cadono sotto i colpi di Verdi, Mbaye e Okwonkwo, palesando ancora una volta ampi limiti in trasferta. Grande prova invece dei rossoblù, costretti a giocare tutta la ripresa in inferiorità numerica per via della discutibile doppia ammonizione rimediata da Torosidis. Il Bologna sale così a 20 punti in classifica, mentre la Sampdoria resta ferma a quota 26.

Primo tempo – Il Bologna parte subito forte e dopo tre minuti si trova già in vantaggio. Palacio serve Destro che in area trova un po’ di spazio e calcia di potenza. Viviano però respinge sui piedi di Verdi per il più facile dei tap-in. All’8′ Giampaolo è costretto al primo cambio: Strinić accusa un problema muscolare e lascia il posto a Murru. La Samp però non riesce a macinare gioco, solo tanto possesso senza però impensierire Mirante. Allora i padroni di casa alzano il ritmo e al 23′ arriva il raddoppio di Mbaye su calcio d’angolo. Dalla bandierina Verdi pesca il terzino senegalese che brucia sul tempo i difensori avversari fulminando nuovamente Viviano. A questo punto i ragazzi di Donadoni lasciano l’iniziativa agli ospiti che però continuano a sbattere contro il muro rossoblù. In pieno recupero c’è un sospetto contatto al limite dell’area tra Torosidis (già ammonito) e Zapata. Il tocco sembra involontario ma il direttore di gara Maresca non ha dubbi ed estrae il secondo giallo al greco tra le proteste dei felsinei.

Ripresa – Vista l’inferiorità numerica Donadoni corre ai ripari inserendo Masina al posto di Destro, spostando quindi Palacio al centro dell’attacco accanto a Verdi, mentre Giampaolo sostituisce un impalpabile Ramirez con Caprari. La Samp alza subito il baricentro alla ricerca del gol che riaprirebbe il match. Il Bologna però chiude tutti gli spazi e i numerosi cross a cercare Zapata sono facile preda di Maietta e De Maio. Entra anche Alvarez per dare maggiore peso offensivo e l’argentino si fa subito apprezzare con una bordata dalla distanza, mentre poco dopo Mirante si supera su un colpo di testa ravvicinato di Silvestre. Quagliarella e compagni si lanciano tutti in avanti lasciando praterie nella retroguardia e vengono puntualmente puniti. Al 73′ un micidiale contropiede dei padroni di casa chiude la sfida. Grande ripartenza di Donsah sulla fascia sinistra il quale offre un assist al bacio per il neoentrato Okwonkwo che infila Viviano e cala il tris. Per il giovane esterno nigeriano si tratta della terza rete in campionato. Il forcing finale blucerchiato produce solamente un palo centrato da Verre (77′) e una serie di mischie in area che l’attenta difesa bolognese controlla senza particolari difficoltà.

  •   
  •  
  •  
  •