Roma-Lazio è già polemica: la Serbia libera Kolarov e trattiene Milinkovic Savic

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

Roma-Lazio

Sabato prossimo la Serie A inaugura la tredicesima giornata con il derby per eccellenza, ovvero Roma-Lazio. Di certo non è una partita qualunque: lo ha ribadito lo stesso tecnico dei giallorossi Di Francesco la scorsa settimana.

Tuttavia quest’anno, per qualcuno, questo derby sarà di certo più particolare degli altri e ciò è dovuto all’atavico problema delle Nazionali, da sempre nel mirino delle società.

Vale la pena dunque analizzare meglio il problema: nel derby Roma-Lazio di quest’anno a soccombere sarebbero proprio i biancocelesti, a causa di alcune opinabili scelte del commissario tecnico della Serbia, Slavoljub Muslin.

Roma-Lazio: Kolarov già a casa, Milinkovic-Savic no

La Nazionale balcanica sarà impegnata in un’amichevole internazionale domani sera con calcio di inizio fissato alle 12.00 ora italiana all’ “Ulsan Munsu Football Stadium” di Ulsan, dove affronterà la locale formazione della Corea del Sud.

Leggi anche:  Coppa Italia, dove vedere Atalanta-Lazio in streaming e diretta tv

Il tecnico serbo, incurante della stracittadina di Roma, ha deciso di liberare Aleksandar Kolarov alla Roma, lasciando tuttavia in ritiro Sergej Milinkovic-Savic.

Una scelta che appare decisamente discutibile, dal momento che i due quasi certi protagonisti di Roma-Lazio, avranno alcuni giorni di differenza nel preparare al meglio la sfida con i rispettivi club.

La Roma potrà contare su Kolarov già a partire da oggi, cosa che non potrà fare invece l’allenatore laziale, Simone Inzaghi, dal momento che Milinkovic è ancora in ritiro nel Sol Levante. Ad aggravare la situazione è senza dubbio il giorno del ritorno in “patria” di quest’ultimo, il quale potrà essere disponibile a Formello non prima di giovedì, considerata la lunga trasferta che dovrà sostenere la Nazionale serba, ad appena 48 ore da Roma-Lazio.

Leggi anche:  "Conte é sempre contro gli arbitri napoletani! Ma questa è una ca***ta!": scintille tra Auriemma e Cruciani a Tiki Taka

A nulla sono servite le prove di forza e la minaccia di ritorsioni da parte del club di Lotito: la Serbia non ha rilasciato l’ok definitivo per il rientro in Italia del centrocampista biancoceleste.

Vero è che al derby mancano ancora cinque giorni, ma la situazione è più incandescente che mai: a tutti gli effetti Roma-Lazio è già iniziata, stavolta fuori dal rettangolo verde dell’ “Olimpico”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,