Roma, Monchi: “Di Francesco l’uomo giusto. Sono qui per vincere”

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui


Roma, parla Monchi.
“Quando ho detto ad amici e familiari che andavo a lavorare a Roma mi hanno preso per pazzo. dopo sei mesi invece sono ancora più convinto della scelta che ho fatto”. Parole e musica del direttore sportivo della Roma, che ha concesso una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport. Monchi ha grande parole d’elogio per Di Francesco:”Entro continuamente nel suo ufficio, non è che ci diamo appuntamento per parlare. Ci sono persone che non riesci mai a inquadrare, e altre che capisci subito. Eusebio fa parte della seconda categoria: è uno che non si nasconde mai. Non mi ha mai venduto cose che non mi poteva dare. Sottolineo tre qualità: la conoscenza della Roma, l’ intensità nel lavoro, lo sguardo sempre dritto negli occhi. Se deve dire una cosa negativa a un giocatore la dice, ma sempre nel modo giusto”.

Il dirigente romanista parla anche del suo rapporto con Francesco Totti:“Con lui ho un rapporto che all’ inizio non avrei mai immaginato potesse essere così stretto, soprattutto considerando che non sono venuto a regalargli una macchina ma a dirgli arrivederci e grazie. Ho trovato una persona straordinaria, affettuosa e appassionata. Dopo 27 anni non è facile cambiare strada, la società è stata brava a concedergli spazio e tempo per pensare”. Monchi-Di Francesco-Totti, la nuova triade giallorossa che sta trascinando la Roma in alto. Questi primi mesi sono serviti a spazzare via i dubbi dell’estate. Ma il bello viene adesso in casa romanista.

Leggi anche:  "Conte é sempre contro gli arbitri napoletani! Ma questa è una ca***ta!": scintille tra Auriemma e Cruciani a Tiki Taka

Monchi:”Mercato? A gennaio non faremo niente”

Monchi alla Gazzetta dello Sport ha fatto anche il punto sul mercato giallorosso:”I bilanci si fanno a fine stagione. Dani Alves fu disastroso nei primi sei mesi al Siviglia, poi sappiano com’è andata a finire”. Il diesse giallorosso ha anche parlato del mancato arrivo di Mahrez.”Avevamo puntato tutto su di lui per sostituire Salah. Non l’hanno voluto vendere. Il Leicester ha detto di no anche al Barcellona, quindi le nostre non erano scuse”.

Monchi non si pente degli acquisti fatti in estate.”Abbiamo preso 8 giocatori, non sono soddisfatto fino ad ora di loro. Ma ho fiducia per il futuro, la stagione è ancora molto lunga”. L’ex Siviglia conclude parlando di Schick e del mercato di gennaio:”Schick è un talento eccezionale, una volta superati i problemi fisici darà certamente il suo contributo alla squadra. Mercato di gennaio? Non faremo niente”. Parole decise di un uomo che è andato a Roma per cercare di vincere qualche trofeo, così come ha fatto negli anni al Siviglia. La sfida giallorossa riparte domenica a Firenze, un match complicato per poi vivere una sosta per ricaricare le batterie. Campionato, Champions League, Monchi vuole tutto. D’altronde l’appetito vien mangiando, anche a Trigoria.

  •   
  •  
  •  
  •