Juventus, Higuain è tornato Pipita d’oro. Allegri aspetta Dybala

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
higuain

Higuain, il Pipita è tornato d’oro

Higuain, è lui il simbolo della rinascita Juventus. 7 gol in 7 partite, così è tornato ad essere il Pipita d’oro da 90 milioni di euro. E’ Gonzalo Higuain il simbolo della Juventus tornata rullo compressore nell’ultimo periodo. Allegri ha saputo aspettare che l’argentino arrivasse al top della forma per poi plasmare attorno a lui la squadra bianconera. Decisivo con il Napoli, così come spesso gli è accaduto nelle ultime settimane. Nonostante il problema alla mano il Pipita ha giocato una partita eccellente al San Paolo. Higuain ha anche incassato i complimenti di Alex Del Piero, uno che di cose juventine ha una certa conoscenza. Parole che seguono quelle di Buffon che ha sempre coccolato il bomber argentino, anche nei momenti in cui il pallone non voleva entrare. Allegri naturalmente spera che Higuain continui così, visto che la Juventus è attesa da grandi impegni a stretto giro di posta. Olympiakos in Champions League e poi l‘Inter in campionato. Due sfide assolutamente decisive e da non sbagliare per il cammino stagionale della Juventus.

Leggi anche:  L'ex arbitro Marelli spiega perchè Bonucci non era da espellere per offese

Oltre a Higuain Allegri ha ritrovato l’antica solidità difensiva della Juventus. In questo l’elemento prezioso è stato Mehdi Benatia. L’ex Roma e Bayern Monaco sembra aver acquisito maggior consapevolezza. Benatia ha segnato il gol che ha mandato il suo Marocco ai Mondiali di Russia, da allora sembra un altro giocatore. Se sta bene fisicamente può essere il partner perfetto per Chiellini. La pesante eredità di Bonucci sembra aver trovato la soluzione con Benatia. Allegri crede molto nel suo giocatore. Il tecnico bianconero lo ha anche punzecchiato alla vigilia di Napoli-Juventus dicendo che il difensore marocchino può e deve ancora migliorare. Soprattutto nella fase di impostazione da dietro, fondamentale nel calcio di oggi. “Per vincere il settimo scudetto dobbiamo fare cose straordinarie”, così Allegri nel dopo Napoli. Higuain-Benatia, due armi ritrovate nella rincorsa bianconera.

Leggi anche:  Juventus, questa sconfitta è di Pirlo: scelte sbagliate e mancata interpretazione della gara

Higuain c’è, cercasi Dybala disperatamente

Per un Higuain trascinatore c’è un Dybala ancora alla ricerca di sé stesso. L’ex Palermo sembra sulla strada giusta. A Napoli la Joya ha giocato una buona partita, sacrificandosi e fornendo il prezioso assist in occasione del gol del Pipita. Ora però Dybala deve alzare l’asticella. Il numero 10 bianconero non segna in Champions League da aprile. Con l’Olympiakos la Juventus ha bisogno anche delle sue giocate e dei suoi gol. Un Dybala in crescita visto sia contro il Barcellona che contro il Napoli. Ma ad Allegri non basta. Dal numero 10 della Juventus è lecito attendersi di più.

Olympiakos e Inter, settimana calda per la Juventus. Caldissima. Qualificazione agli ottavi di Champions League e scontro di altissima classifica sabato prossimo all’Allianz Stadium. Un bivio per la Allegri e i suoi. I bianconeri non possono sbagliare nulla, anche perché poi c’è la trasferta di Bologna e la Roma in casa. Quattro partite per arrivare a Natale e fare già un punto della situazione in casa bianconera. Allegri avrà bisogno di tutti. Anche perché come ha ricordato Buffon non è facile ricaricare le pile giocando ogni tre giorni. Soprattutto quando si viene da sei scudetti vinti consecutivamente e si vuole vincere il settimo.

  •   
  •  
  •  
  •