Verona-Juventus probabili formazioni: Pjanic e Cuadrado out. Dubbio Kean-Pazzini per Pecchia

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui

verona-juventus

Verona-Juventus è il posticipo serale che chiude di fatto la diciannovesima giornata di Serie A, l’ultima del girone di andata. Si affrontano i bianconeri, galvanizzati dal successo interno contro la Roma, desiderosi di chiudere l’anno solare con un successo, in particolar modo per restare sulla scia del Napoli capolista e da ieri sera campione d’inverno, e gli scaligeri, reduci dalla preziosa vittoria interna di una settimana fa contro il Milan per 3-0, alla ricerca di importanti punti salvezza, magari sfruttando il passo falso del Crotone, allo scopo di concretizzare di fatto il sorpasso.
Bentegodi stregato per la Vecchia Signora: i bianconeri infatti non vincono in casa dell’Hellas dal lontano 27 aprile 2007, giorno in cui la squadra, retrocessa nella serie cadetta per i noti fatti di Calciopoli e allenata dall’allora tecnico Didier Deschamps, riuscì a battere i padroni di casa con una rete al 43′ di Boumsong. Nella massima serie, la vittoria manca addirittura dall’8 aprile 2001: anche in quella circostanza la formazione allenata dall’allora tecnico Carlo Ancelotti passò a Verona in virtù di una rete siglata al 49′ da Alessandro Del Piero su rigore. Da allora si contano due pareggi ed una sconfitta, la più recente, quella della scorsa stagione, in cui la compagine di Del Neri vinse per 2-1 con reti di Toni su rigore e Viviani per gli scaligeri e di Dybala su rigore per i bianconeri.
A dirigere Verona-Juventus ci sarà il signor Paolo Silvio Mazzoleni della sezione di Bergamo: bilancio in negativo per l’Hellas, nelle gare arbitrate dal fischietto lombardo si contano solo tre vittorie, l’ultima delle quali in Coppa Italia lo scorso agosto contro l’Avellino per 3-1, cinque pareggi ed altrettante sconfitte; precedenti più favorevoli per gli juventini, risultati vittoriosi in ben 17 incontri diretti da Mazzoleni, pareggiando cinque volte e perdendone solo quattro, l’ultima delle quali lo scorso ottobre all’Allianz Stadium contro la Lazio per 12.

Leggi anche:  Pagelle Inter - Juventus 2-0 : centrocampo dominante, Juve troppe insufficienze gravi.

Verona-Juventus, ecco le probabili formazioni

Il tecnico del Verona, Fabio Pecchia, dovrà fare a meno di Cerci e Fares, che negli ultimi giorni hanno svolto solamente lavoro differenziato. Il modulo di gioco sarà un 4-4-1-1, con Nicolas tra i pali, linea difensiva composta da Caracciolo ed Hertaux centrali, con Ferrari e l’ex di turno Caceres, pienamente recuperato, quali esterni. In mediana spazio a Buchel e Bruno Zuculini, con l’altro ex Romulo e Verde come ali. In avanti Valoti, preferito rispetto a Bessa, avrà il compito di sfornare palle per le sortite offensive di Kean, prodotto del vivaio della Juventus, che sembra vincere il ballottaggio rispetto al compagno di squadra Pazzini.
La Juventus di Massimiliano Allegri vererà un 4-3-3 composto da Szczesny tra i pali, che sostituisce nuovamente Buffon, out per un problema al polpaccio, linea difensiva composta dall’ottimo Benatia, in stato di grazia nell’ultimo periodo, e Chiellini, con Lichsteiner, che rileva l’acciaccato De Sciglio, e Alex Sandro, preferito ad Asamoah, sulle fasce. In mediana, con Pjanic e Cuadrado out per infortunio, spazio a Marchisio, che sembra vincere il ballottaggio con Bentancur, con ai lati Khedira e Matuidi, quest’ultimo apparso malconcio nell’ultima uscita stagionale. Attacco stratosferico con Higuain punta centrale, mentre Dybala e Mandzukic saranno a supporto dell’argentino.

Leggi anche:  Cagliari-Milan 0-2, tanti episodi dubbi: rigore Milan e Sottil ne chiede uno. Ecco la Moviola

Probabili formazioni Verona (4-4-1-1): Nicolas; A. Ferrari, Caracciolo, Heurtaux, Caceres; Romulo, Buchel, B. Zuculini, Verde; Valoti; Kean. A disposizione: Silvestri, Coppola, Bearzotti, Felicoli, Zuculin, Laner, Calvano, Fossati, Lee, Bessa, Pazzini. Allenatore: Fabio Pecchia

Probabili formazioni Juventus (4-3-3): Szczesny; Lichsteiner, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Khedira, Marchisio, Matuidi; Dybala, Higuain, Mandzukic. A disposizione: Pinsoglio, Loria, Rugani, Barzagli, Asamoah, Bentancur, Sturaro, Bernardeschi, Douglas Costa, Pjaca. Allenatore: Massimiliano Allegri

  •   
  •  
  •  
  •