Juve-Napoli: febbre altissima. E’ già uno scontro diretto

Pubblicato il autore: Giacomo Luigi Uccheddu Segui

Juventus – Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Mancano poco meno di 36 ore a quella che da qualche anno è la sfida madre nel campionato di Serie A per l’assegnazione dello Scudetto: Juventus contro Napoli allo Stadio Allianz di Torino. Presto ancora per parlare di tricolore ma l’andamento delle due squadre porta a pensare che un successo dei bianconeri potrebbe già dare una spallata poderosa al campionato mentre un remake partenopeo della scorsa stagione oltre a garantire l’aggancio al primo posto agli uomini di Ancelotti darebbe anche una spinta morale importantissima in vista del difficilissimo match interno di Mercoledì contro il Liverpool valido per la seconda giornata della fase a gironi di Champions.

Juventus verso le 60 vittorie contro gli azzurri

Sono 56 i successi bianconeri nei precedenti in casa contro il Napoli, venti i pareggi, dieci i successi ospiti. In tre circostanze il match è stato giocato in Settembre con risultati favorevoli ai padroni di casa: due vittorie e un pari. A proposito di pareggi, escludendo quello di Supercoppa del Dicembre 2014, in campionato il segno X manca dal 2011 quando Maggio portò gli ospiti avanti nel primo tempo, pareggio di Chiellini in apertura di ripresa, nuovo vantaggio del Napoli con Lucarelli e pari definitivo di Matri a 5′ dalla fine.

Leggi anche:  Atalanta dai grandi numeri (non solo offensivi): la Dea è squadra più corretta del campionato

Bilancio favorevole anche per Allegri in match interni contro il Napoli: sei vittorie, cinque pari e tre ko ma uno di questi avvenne nell’unico precedente in Settembre. Se Allegri può toccare ferro, chi può essere preoccupato è Ancelotti che non ha mai battuto l’ex tecnico del Cagliari in confronti ufficiali ma soprattutto ha espugnato la Torino bianconera in una sola circostanza su 14 sfide. Ad Ancelotti rimane però il dolcissimo sapore del successo contro i bianconeri avvenuto nella finale di Champions League del 2003.

Le indicazioni dai ritiri

Qui Juventus – Allegri accantona il 3-5-2 visto Mercoledì contro il Bologna e pare intenzionato a riproporre il 4-3-3. Ritorno tra i pali per Szczesny. In difesa torna dal 1′ Chiellini, al suo fianco Bonucci più di Barzagli e Rugani. Sulla destra Cancelo è in netto vantaggio rispetto a Cuadrado. In mediana sicuri di un posto Can e Pjanic, sulla sinistra è ballottaggio tra Bentancur e Matuidi con quest’ultimo favorito. In avanti torna dal 1′ Mandzukic mentre per la corsia destra Bernardeschi è in vantaggio su Dybala.

Leggi anche:  Juventus, futuro Dybala e Ronaldo: le parole di Luciano Moggi

Qui Napoli – Dopo aver riposato contro il Parma, Ospina è pronto a riprendersi il posto tra i pali. In difesa rientro dal 1′ per Hysaj sulla destra e Albiol al centro, sulla sinistra Mario Rui è in vantaggio su Luperto. Mediana composta da Allan, favorito rispetto a Rog, e Hamsik al centro; sulla fascia destra agirà lo spagnolo Callejon mentre dalla parte opposta Zielinski è in vantaggio su Verdi. In avanti intoccabile Insigne, risparmiato nel finale della gara contro i ducali, al suo fianco più Mertens di Milik.

  •   
  •  
  •  
  •