Diaconale: “Juventus? Tagliano gli stipendi per far quadrare il bilancio”

Pubblicato il autore: GennaroIannelli Segui

Diaconale attacca di nuovo la Juventus

Non si placa la polemica tra Arturo Diaconale e la Juventus. Il responsabile comunicazioni della Lazio si era reso protagonista, nei giorni scorsi, di alcune dichiarazioni poco piacevoli che riguardavano l’eventualitá di sospendere definitivamente il campionato, presuppposto, secondo lo stesso, per assegnare lo scudetto direttamente alla Juventus:

La paura è che il campionato in corso faccia la fine di quello del 1915, e che la sospensione funga da pretesto per negare alla Lazio uno Scudetto che avrebbe meritato sul campo”.

Dichiarava cosí il “bracccio destro” di Claudio Lotito, all’interno della rubrica “Il taccuino biancoceleste”, pubblicata sul proprio sito. Dichiarazioni che gli sono valse la riprovazione di tanti che lo hanno accusato di anteporre i propri interessi a quelli della collettivitá, in un momento di crisi come quello attuale.

Diaconale: “La Juventus taglia gli stipendi? Lo fa per salvaguardare i bilanci”

Oggi Diaconale é tornato alla carica. Nel corso di un’intervista rilasciata a Radio Punto Nuovo, si é cosí espresso in merito all’iniziativa della Juventus che, prima in Europa, ha convinto i propri giocatori a dimezzarsi lo stipendio;

“Damascelli vorrebbe assegnare lo Scudetto dell’etica alla Juventus per il taglio degli stipendi ai propri tesserati. In realtá, lo hanno fatto innanzitutto per riequilibrare il bilancio“.

Sulla questione Scusetto, poi, Diaconale ha ribadiro la propria posizione:
La Lazio ha fatto una grande stagione, é innegabile, e deve poter dimostrare sul campo di poter conquistare lo Scudetto. La Juve vorrebbe chiudere anzitempo il csmpionato per chiudere con un bilancio positivo anche dal punto di vista sportivo. Io rispetto la Juve e i suoi interessi, ma difendo i miei e quelli della squadra che tifo sin da bambino”.

  •   
  •  
  •  
  •