Invincibili contro gli “invincibili”: quando l’Atalanta dominò il Grande Torino al Brumana

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

Il Grande Torino, la squadra italiana più forte di tutti i tempi, vincitrice di cinque scudetti consecutivi. Un gruppo unico nel suo genere, in grado di diventare un simbolo della rinascita italiana dopo le macerie create dalla Seconda Guerra Mondiale. Oggi, a distanza di 72 anni, si rende omaggio agli “invincibili” caduti a Superga in quel giorno di pioggia del 4 maggio 1949. I granata erano praticamente imbattibili, ma quando era il momento di affrontare l’Atalanta al Brumana, i giochi si facevano ovviamente più complicati.

Analizzando il periodo d’oro della storia granata che va dal ’42 al ’49, l’Atalanta nelle cinque partite disputate a Bergamo contro il Grande Torino ne vinse addirittura quattro. La prima nella stagione 1942-1943 per 1-0 (Cassani), la seconda sempre per 1-0 (Del Medico), l’anno dopo sconfitta per 0-3, ma è nel ’48 che i nerazzurri ritornano al successo (Salvi) in un campionato che vedrà la Dea raggiungere il quinto posto in classifica: il miglior piazzamento raggiunto dai bergamaschi, record battuto poi dall’arrivo di Gian Piero Gasperini. Nel 1949, l’ultima annata del Grande Torino prima dei fatti di Superga, i nerazzurri riuscirono a rifilare tre reti vincendo per 3-2 (doppietta Miglilli e gol di Mari). Invincibili contro gli invincibili: un pezzo di storia tanto glorioso quanto toccante.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Il goal di Fabio Gallo che ipotecò quell'Atalanta-Juventus di Coppa Italia nel 1995
Tags: