Paolo Bargiggia a SuperNews: “Juventus, Allegri il primo colpevole. E ci sono contatti tra Agnelli e Conte…”

Pubblicato il autore: Davide Roberti

paolo bargiggia juventus

SuperNews ha avuto il piacere di intervistare il noto giornalista ed opinionista sportivo Paolo Bargiggia per commentare le vicende presenti e future in casa Juventus, sia dal punto di vista delle pessime prestazione sia in chiave calciomercato.

La Juventus è stata eliminata bruscamente dalla Champions League: chi è il primo colpevole? Sono più le colpe di Allegri, della società o dei calciatori?
Le colpe sono decisamente dell’allenatore, perché si sta parlando di un girone non passato sul campo. La società può avere colpe più generiche, in primis quella di aver sbagliato per l’ennesima volta il progetto tecnico ed aver scelto un allenatore che non si era aggiornato e non era rimasto al passo con i tempi. I giocatori rendono per come sono allenati, per lo spartito che devono interpretare e per la loro condizione atletica: tutti elementi che derivano dall’allenatore. La colpa è di Allegri, in definitiva: non può neanche appellarsi alle assenze, perché anche Napoli, Inter o Milan ce l’hanno eppure hanno una bella identità di gioco che permette loro di sopperire.

Leggi anche:  Consigli Fantacalcio, i giocatori da acquistare all'asta di riparazione: ecco top e sorprese!

Crede che sia arrivato il momento di cambiare guida tecnica?
Allegri l’avrei esonerato dopo il tracollo in Israele, non avrei fatto come Agnelli che ha quasi scaricato le colpe sui giocatori. L’ha fatto solamente per non sconfessare le sue scelte, perché lui ha la responsabilità totale. Di certo due successi in campionato (contro Torino ed Empoli, ndr) non potevano rappresentare una vera inversione di tendenza: infatti si è visto in Portogallo, con la Juve surclassata per 75 minuti e risvegliata parzialmente solo dai giovani che hanno giocato in maniera anarchica.

Sono vere le voci sul possibile ritorno di Antonio Conte?
Per quanto riguarda Conte, sono stato il primo a documentare i rapporti ripresi tra Conte ed Agnelli risalenti a mesi fa: parecchi incompetenti hanno fatto commenti perplessi ed ironici su quanto dicevo. E invece Antonio ha voglia di tornare in Italia e alla Juve: ora è presto per avere certezze, ma sicuramente è una pista da seguire.

Leggi anche:  Calciomercato Milan: in arrivo il vice-Maignan a parametro zero

In sede di mercato, a gennaio, che rinforzi potrebbe prendere la Juve per rialzarsi?
A gennaio la Juve non avrà la forza finanziaria per fare operazioni, visti i cinque anni di bilancio in negativo e i 700 milioni di aumento di capitale in due anni. Dubito quindi che verrà anticipato il budget estivo come fu fatto per Vlahovic l’anno passato, anche se è vero che hanno provato e stanno provando per Milinkovic-Savic. Sarebbe anche incoerente, comunque, perché, Allegri peggiora qualunque giocatore abbia tra le mani…
In ogni caso, se potranno cercheranno di comprare un esterno che possa fare sia il terzino a quattro che il quinto di centrocampo: avevano una mezza idea di far tornare Cambiaso, ma il Bologna non è tanto d’accordo.

Milan quasi qualificato, Inter e Napoli già agli ottavi: dove arriveranno secondo lei queste tre squadre in Champions League?
Come già ho detto in passato, il Napoli può arrivare anche tra le prime quattro d’Europa se non ha sorteggi clamorosi: come valori di gioco, intensità e proposte di gioco è assolutamente tra le prime quattro d’Europa. Il Milan e l’Inter non hanno questo impatto: forse i rossoneri sono un po’ più europei ma hanno una rosa più tirata. Insomma, sul Napoli mi sbilancio ma su Milan ed Inter sospendo il giudizio.

  •   
  •  
  •  
  •