Serie A, Inter: cambia la dirigenza, Oaktree nuovo proprietario. Zhang lascia dopo otto anni. Ecco cosa è accaduto

Il countdown per Steven Zhang è arrivato al capolinea. Il Presidente di Suning International lascia l'Inter dopo quasi otto anni, annoverando nel palmarès personale la conquista di 7 trofei. L'escussione delle quote societarie tenute in pegno è il passo successivo alla mancata restituzione di un finanziamento da circa 380 milioni di Euro. Ecco i dettagli.

L'Inter cambia la dirigenza e Oaktree diventa il nuovo proprietario dei Nerazzurri. Passato e futuro s'incrociano nella stessa giornata, quella del countdown delle ore 17:00 di Martedì 21 maggio, termine ultimo per la restituzione dei circa 380 milioni di Euro relativi a un finanziamento stipulato dall'ex Presidente di Suning International con il gruppo statunitense. Che piaccia o no, resta una giornata che entra di diritto nella storia del club neo Campione d'Italia.

Leggi anche:  Intervista esclusiva a Ighli Vannucchi: "Grande sfida tra Thiago Motta e Conte. L'Inter la più completa, avrei tenuto Pioli. Kvaratskhelia? Mi blinderei al Napoli..."

Inter: Oaktree nuovo proprietario, Zhang lascia

Una sorta di staffetta tra Steven Zhang e la nuova proprietà segnata da una condizione economica non rispettata da parte del gruppo cinese nei riguardi della società statunitense di gestione patrimoniale, uno dei maggiori investitori di credito al mondo. Si attende soltanto che possano essere escusse le quote societarie tenute in pegno, per poi diramare con un comunicato ufficiale circa il passaggio di consegne nel giro di brevissimo tempo.

Oaktree Capital Management è una società statunitense di gestione patrimoniale specializzata in strategie di investimento alternative. Fondata nel 1995, è quotata alla Borsa di New York e ha sede a Los Angeles, gestendo asset per circa 200 miliardi di dollari in fondi di dotazione. Brookfield Corporation, gruppo canadese che si occupa di investimenti nel settore immobiliare, oltre che in quello delle energie rinnovabili e delle infrastrutture, ne è azionista di maggioranza e detiene il 62% delle quote societarie. Alla luce di quanto accaduto, è verosimile pensare che la faccenda non si chiuda di fatto oggi, con il presidente uscente pronto ad adire alle vie legali per far prevalere i propri diritti.

Leggi anche:  Intervista esclusiva a Ighli Vannucchi: "Grande sfida tra Thiago Motta e Conte. L'Inter la più completa, avrei tenuto Pioli. Kvaratskhelia? Mi blinderei al Napoli..."

In quasi otto anni (era il 6 giugno 2016, quando Steven Zhang approdò a Milano), l'ex Presidente dell'Inter lascia il club con un palmarès personale in cui può annoverare 7 trofei: due Scudetti (2020/21 e 2023/24, di cui l'ultimo è il numero 20 nella storia nerazzurra), due Coppe Italia (2021/22 e 2022/23) e tre Supercoppe Italiane (2021, 2022, 2023). Verrà ricordato per essere stato il patron della seconda Stella.