Serie B: deciso il destino del Catania

Pubblicato il autore: Andrea Russo Segui

pulvirenti

In molti, soprattutto in Sicilia, si chiedevano che fine avrebbe fatto il Catania dopo il clamore di inizio estate derivato dalla questione delle combine. Come riporta la Gazzetta dello Sport, sembra essere stato deciso il destino del Catania, che verrà retrocesso in Lega Pro con una pesante, ma giusta, penalizzazione, di almeno dieci punti. Si pensava, inizialmente, che il Catania sarebbe stato estromesso dal calcio professionistico e avrebbe dovuto ricominciare dalla Serie D. Tuttavia, il Procuratore Federale dalla Commissione di Garanzia della FIGC, Stefano Palazzi, pare voglia riconoscere alla società etnea la collaborazione nella vicenda delle combine, merito principale, se di merito si può parlare, della permanenza dei rosso-blu nel calcio professionistico. Andrebbe bene anche all’ormai ex presidente del Catania, Nino Pulvirenti, che verrebbe punito con cinque anni di squalifica, sanzione, a mio avviso, fin troppo lieve. Queste sanzioni verranno sottoposte ai giudici, che avranno il compito di decidere se ratificarle o no, tra due giorni, quando sarà avviato il processo al club etneo e alle altre personalità coinvolte.

L’inchiesta portata avanti dalla Procura di Catania porta il nome di “I treni del gol”. Nel caso in cui tali sanzioni verranno giudicate idonee dal Tribunale, allora diventeranno definitive e sarà deciso il destino del Catania. Il Catania eviterebbe la Serie D grazie, soprattutto, all’articolo 24, che gli avvocati Grasso, Lattanzi e Chiacco, legali di Pulvirenti e della società siciliana, stanno sfruttando a piene mani. Quest’articolo afferma che, in caso d’ammissione delle responsabilità e di collaborazione nei fatti, le sanzioni hanno buone probabilità di essere ridotte. Ora, fortunatamente, il Catania ha soddisfatto entrambe le condizioni: Nino Pulvirenti, infatti, ha ammesso le responsabilità nelle combine delle sei partite prese in esame e si è mostrato molto collaborativo, rivelando, per esempio, ulteriori dettagli che coinvolgono anche altri tesserati di altre squadre della serie cadetta.

  •   
  •  
  •  
  •