Serie B 4a giornata: Cagliari e Cesena replicano al Livorno, riscossa di Spezia e Crotone, Bari ko

Pubblicato il autore: Elena Voltolini Segui

Serie B 4 giornata Lanciano Vicenza

Un verdetto era già arrivato ieri sera: in virtù della vittoria contro la Ternana, il Livorno sarebbe rimasto da solo in vetta alla classifica di serie B anche dopo la 4^ giornata di campionato. Tutte le altre partite di questo turno, disputate stasera, dovevano rispondere ad un’altra domanda: sarà già fuga per gli uomini di Panucci? La risposta, visti i risultati di questa 4^ giornata di Serie B è no. Le dirette inseguitrici del Livorno, infatti, reggono tutte.
Cagliari e Cesena tengono il passo degli amaranto. Bella vittoria dello Spezia contro il Perugia e del Crotone sul Bari.

Il Cagliari ribalta tutto ed espugna di rigore il Comunale di Chiavari: sono infatti due tiri dal dischetto a permettere ai sardi di raggiungere e superare l’ENTELLA, poi l’1-3 definitivo porta la firma di Farias. Il CAGLIARI ottiene così la prima vittoria in trasferta della stagione e consolida il 2° posto in classifica.
Terza posizione per il CESENA che si aggiudica il derby con il MODENA.
Ottimi passi in avanti per SPEZIA (Spezia – Perugia 1-0) e CROTONE (Crotone – Bari 4-1), rispettivamente 4° e 5°.
Gli aquilotti di Mister Bjelica, che torna al “suo” 4-2-3-1, accendono il pubblico del Picco conquistando la prima vittoria in questo campionato tra le mura amiche grazie al secondo gol in due partite di Brezovec. Per i liguri seconda vittoria consecutiva, dopo il trionfo a Salerno: lo Spezia sembra aver innescato la giusta marcia dopo un inizio in sordina. Nulla da fare per il PERUGIA.
Ottima prova anche quella del Crotone che batte il Bari 4-1. I pugliesi, per l’ennesima volta in 10, non riescono stavolta nell’impresa di ragranellare punti e dopo l’inizio di stagione davvero spumeggiante, con il 4-3 conquistato contro lo Spezia, sembrano non essere più in grado di  vincere. Squadra nervosa e tesa.
Abbandona il segno X il LATINA che batte l’ASCOLI, anche se per merito di un autogol: dopo 3 pareggi arriva così anche per i laziali la prima vittoria.

Leggi anche:  Sebastiano Esposito: "All'Inter c'è un talento che non ha esordito. E sulla Spal..."

Passi in avanti, continuando a scorrere la classifica, per il BRESCIA che conquista anch’egli la prima vittoria stagionale grazie al “solito” Morosini e alla prima rete in Serie B di Embalo. Brescia – Pro Vercelli si chiude sul 2-0.

Prosegue appaiato il cammino di PESCARA e SALERNITANA che pareggiano 1-1 ed aggiornano la propria classifica che ora le vede a quota 5. Sicuramente quello di oggi è un punto guadagnato per i campani che, dopo la brutta sconfitta contro lo Spezia, chiamati al riscatto, riescono a recuperare un gol di svantaggio pur giocando per tutto il secondo tempo con un uono in meno. Bella prova di determinazione per la squadra di Torrente.

Finiscono tutti a reti inviolate gli altri match: AVELLINO-NOVARA 0-0, COMO-TRAPANI 0-0 e LANCIANO-VICENZA 0-0.
Al di là dei risultati, sembra davvero non esserci pace per il Vicenza: tanta paura anche oggi per lo scontro tra Gagliardini e Pucino, con il biancorosso, tramortito da un violento colpo alla testa, trasportato in ospedale per accertamenti. Tutto questo dopo che sabato scorso il suo compagno Nicolò Brighenti era stato ricoverato ed operato d’urgenza al pancreas dopo uno scontro di gioco. Attorno a lui si stringono virtualmente, prima del fischio d’inizio, entrambe le formazioni, con il capitano del Lanciano Carlo Mammarella che consegna a Cinelli la maglia rossonera con scritto “Forza Nicolò” (nella foto tratta dalla pagina Facebook della Virtus Lanciano). Una vicinanza ed una solidarietà iniziata sui social network e proseguita sul campo. “Al di là delle maglie, dei colori e della rivalità in campo”, come ha scritto la Virtus su Facebook.

  •   
  •  
  •  
  •