Rivoluzione a Livorno, via Mutti ritorna Panucci

Pubblicato il autore: Roberto Minichiello Segui

livorno
E’ una vera e propria rivoluzione che sta investendo il Livorno calcio, dopo le polemiche e le dimissioni del presidente Aldo Spinelli per protestare contro l’arbitraggio della partita di lunedì scorso contro il Como, finita in pareggio, è arrivato anche l’esonero di Bortolo Mutti, sostituito da Christian Panucci già allenatore degli amaranto. Tutto in pochi giorni, anche se l’esonero di Mutti era nell’aria, solo tre punti in nove gare da quando a novembre ha sostituito lo stesso Panucci. Dalla zona playoff alla zona retrocessione, forse questo ha spinto la società a richiamare l’ex giocatore di Roma e Milan. Come allenatore Panucci è stato secondo di Capello quando era allenatore della nazionale russa, poi andato via per i mancati pagamenti. Un’esperienza anche al Palermo di Zamparini, ma durata pochissimo, chiusa con le sue dimissioni, prima di arrivare a Livorno nella stagione in corsa, chiamato da Spinelli per raggiungere l’obiettivo playoff poi sfumato e fiducia all’inizio di questo campionato, con una buona partenza fino all’esonero di novembre e la chiamata di Mutti che non ha ha portato i frutti sperati. Nessuna vittoria ma solamente 3 pareggi e sei sconfitte che hanno portato il Livorno al diciottesimo posto in piena lotta play-out e retrocessione.
Ecco il comunicato ufficiale della società toscana. “L’A.S. Livorno Calcio comunica di aver di aver sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra il tecnico Bortolo Mutti . La Società rivolge a mister Mutti ed al suo staff tecnico i ringraziamenti per l’impegno, la professionalità e la dedizione profusi nel lavoro svolto. L’incarico di allenatore della prima squadra del Livorno Calcio è stato affidato a Christian Panucci. Mister Christian Panucci incontrerà la stampa oggi, Mercoledì 27 Gennaio 2016, alle ore 17,30 al Centro Coni di Tirrenia.”

Leggi anche:  Telecronisti Serie B 6^ giornata: tutte le voci Sky e DAZN

Per quanto riguarda adesso il lato societario, Spinelli e tutto il consiglio d’amministrazione sono dimissionari, ma il patron ligure resta proprietario del Livorno, e verrà affidato il ruolo di presidente alla figura di Paolo Armenia, già direttore generale del club toscano, mentre ci sono voci che una cordata guidata dall’imprenditore albanese Taci (voleva prendere anche il Parma e il Bologna) sia interessata all’acquisto della società toscana. Possibilità spinta anche dal nuovo direttore sportivo del Livorno, Franco Ceravolo.

Ma il Livorno si sta muovendo anche sul mercato, infatti la squadra ha bisogno di rinforzi per uscire dalle posizioni basse della classifica e raggiungere quella vittoria che manca dal 31 ottobre. Si spera che il ritorno di Panucci dia la spinta necessaria con insieme a dei rinforzi, un nome è quello di Gianluca Sansone, accantonato dal Bari potrebbe essere il nome nuovo dell’attacco livornese. Ma non solo lui, si parla anche di Morleo del Bologna per la difesa e Donati, ex Bari e Celtic, giocatore esperto che potrebbe dare una mano alla situazione difficile che sta attraversando il Livorno e Sciaudone nome in uscita dalla Salernitana. Per il centrocampo si sta facendo anche il nome di Salifu, classe 92, in forza al Perugia ma di proprietà della Fiorentina. Giorni intensi in casa Livorno, aspettando quello che farà il patron Aldo Spinelli che già in passato aveva annunciato il suo addio al calcio, ma poi era rimasto al suo posto.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: